Antipasti/ Dolci/ Inverno

Diversamente pasta frolla di castagne…

Bene, faccio una comunicazione di servizio: ho ufficialmente abbandonato la bilancia al suo destino (crudele) e io mi sono rassegnata ad essere, oltre che diversamente alta, anche diversamente magra!
Veramente sto diventando anche diversamente romantica, da quando EliFla mi ha fatto giudice del suo contest…. già sono diversamente tollerante al glutine, ai soprusi, alle malefatte, sono anche diversamente a dieta e diversamente logorroica, diversamente prudente e diversamente organizzata, diversamente ricca e diversamente maggiorata, diversamente bionda e diversamente giovane, diversamente tecnologica e diversamente fotografa, e se è per questo, anche diversamente cuoca e diversamente pasticcera… ma su una cosa sono certa, non sono diversamente intelligente, né diversamente modesta!
E ora una ricetta diversamente light…
Pasta frolla con farina di castagne senza glutine (vista qui)


Pasta frolla con farina di castagne
150 g farina castagne
40 g farina di mais fumetto (quella sottilissima)
60 g farina di riso
125 g di olio extravergine di oliva (ma in origine era burro a temperatura ambiente), ma col senno di poi ne metterei solo 100
100 g di zucchero a velo
2 tuorli (32 g)
Un pizzico di sale
Per il ripieni:
600 g ricotta fresca (rigorosamente di pecora)
300 gr di zucchero
come base a cui aggiungere qualche cucchiaio di nutella per l’altro ripieno
oppure melebagnate dal succo di un limone, uvetta (ammollata) e pinoli per una versione più leggera
Preparazione:
1.Per la pasta frolla, setacciate la farina di castagne, di mais, di riso insieme allo zucchero a velo e il sale. Versate al centro il l’olio e lavorate con le dita fino a formare tante briciole. Lavorate la pasta il meno possibile per evitare che si riscaldi. Con una forchetta unite i tuorli sbattuti. Impastate velocemente con le punta delle dita e poi ancora con il palmo cercando di omogeneizzare l’impasto. Avvolgete nella pellicola e lasciate in frigorifero per almeno 1 ora.
2.Quando la pasta si è raffreddata, stendete con un matterello tra due fogli di carta da forno realizzando una sfoglia e ricoprite la vostra tortiera. Se la pasta si rompe (può accadere, anzi accadrà sicuramente perché non c’è glutine) rattoppate con altra pasta aiutandovi con le dita. Riponete la tortiera con la pasta frolla nel frigorifero.
3.Preriscaldate il forno a 180 °C.
Preparate il ripieno: passate la ricotta al setaccio (ma io non lo faccio mai!), unite lo zucchero. In metà dose unita anche la nutella. Versate all’interno della frolla il ripieno di ricotta e livellate.
4.Infornate per 30 minuti, abbassate poi la temperatura a 160°C e fate cuocere per altri 10 minuti. Siccome io ho fatto delle mini porzioni ho fatto cuocere meno. Fate raffreddare la crostata nella tortiera, dopodiché ponetela su una gratella.
5.Con la pasta rimasta ho invece riempito degli stampini con la frutta e spolverizzato con lo zucchero di canna. Ho sbriciolato sopra l’impasto a mo di crumble e ho infornato fino a quando non è diventato dorato.

Pasta frolla con farina di castagne
Tutte e tre le versioni sono davvero ottime, i miei figli hanno gradito maggiormente la versione nutellosa, anche perché non amano la farina di castagne. Devo dirvi che con l’esperienza fatta, tradurre il quantitativo di burro in olio è stato eccessivo, per cui proverei a diminuirlo fino a 100 gr…. o altrimenti usate il burro e il risultato sarà più che garantito!

 

Infine volgio ringraziare sentitamente Alessandra che, pur essendo dall’altra parte dell’oceano, mi ha pensata con questo award… ma dopo tutto quello che ho scritto, davvero volte sapere ancora 7 cose su di me?

A PRESTO
Stefania Oliveri

You Might Also Like

38 Comments

  • Reply
    Anonimo
    4 aprile 2013 at 3:41

    Greetings! I've been following your blog for some time now and finally got the bravery to go ahead and give you a shout out from Dallas Tx! Just wanted to tell you keep up the excellent work!

    Feel free to visit my weblog … http://Www.jessica-alexander.com

  • Reply
    Gunther
    7 febbraio 2011 at 12:23

    mi piace è molto originale con la farina di castagne è un ottima alternativa

  • Reply
    Alessandra
    6 febbraio 2011 at 16:00

    Dopo la frolla all'olio la tua deve assolutamente essere provata…amo i sapori nuovi!
    Passavo anche per farti i complimenti per la foto con il mattarellone Stefania,sei stupenda!

  • Reply
    Manuela e Silvia
    6 febbraio 2011 at 15:50

    Ciao, per delle amanti della farina di castagne come noi, qui la scelta da quale cominciare è ardua! Ottime tutte e tre le versioni, più o men pasticciate, ma tutto da provare!
    un bacione

  • Reply
    Solema
    6 febbraio 2011 at 14:32

    Siccome ho un amico celiaco le provo tutte e tre,facendole appunto in tre volte,così ho diversamente tre ricette!!
    Buona domenica
    P.S come sta il tuo ragazzo?(figlio)

  • Reply
    Mousse
    6 febbraio 2011 at 10:56

    Veramente originale e gustosa la pasta frolla con farina di castagna,
    non l'ho mai fatta .La provero'senz'altro un bacio e una buona domenica Fausta

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    6 febbraio 2011 at 8:43

    no, sei tu che sei troppo buona con noi 🙂

  • Reply
    Ely
    6 febbraio 2011 at 7:32

    mi piace tutto questi diversamente, sopratutto il diversamente magra, così quando i miei figli mi chiederanno per la descrizione in inglese di me stessa, piuttosto che rotondetta (è già sono stata buona) posso dire diversamente magra che altro non è che quello no? la crostata è uno spettacolo ma il crlumble di certo non lo lascio nel piatto :-)))) buona domenica Ely

  • Reply
    Chiara
    6 febbraio 2011 at 6:51

    molto originale Stefania, così non l'ho mai fatta! Buona domenica cara, un abbraccio….

  • Reply
    memmea
    6 febbraio 2011 at 0:43

    Qualcuna è arrivata prima di me……..anche io ti ho dedicato lo stesso premio! Ti mando un bacio!

  • Reply
    fantasie
    5 febbraio 2011 at 19:26

    Grazie mille a tutti i miei diveramente commentatori, per la vostra diversamente carineria (sottotitolo: siete troppo buoni con me!) ;)))

  • Reply
    Sonia
    5 febbraio 2011 at 16:24

    bellissima ricetta!!! brava Stefania e magari altre 7 cose raccontacele, hai un dono per la narrazione ironica e simpatica
    buon w.e
    baci

  • Reply
    Simona
    5 febbraio 2011 at 16:15

    Io sono diversamente tecnologica, ma lo sai vero? Ma cosa dici? Tu sei bravissima, guarda che popò di roba tiri fuori!Sta frolletta dev'essere squisita (vedi che parole fini mi escono?Ma è al verità)
    Smuack Stefaniuccia mia!

  • Reply
    SUNFLOWERS8
    5 febbraio 2011 at 15:11

    Ciao Stefania bisogna provarla 'sta pasta frolla, mi piace la farina di castagne! Domanda tecnica ma come fai ad inserire i link a questo post qui sotto i commenti? Io non riesco! ti aspetto da me per una novità…
    Sonia

  • Reply
    Letiziando
    4 febbraio 2011 at 23:24

    Adoro la tua scrittura come adoro la triade di sapori creata.

    'notte cara

  • Reply
    viola
    4 febbraio 2011 at 21:04

    Che pasta frolla particolare, con la farina di castagne….la uso poco ma sarei curiosa di provarla!
    A me la versione nutellosa piacerebbe tanto, sono abbastanza dipendente dalla crema alla nocciola!
    Un bacione e buon w.e

  • Reply
    C&G
    4 febbraio 2011 at 16:59

    mamma mia che trittico: farina di castagne+ ricotta+ NUTELLA!!!! non ci posso credere, deve essere una delizia infinita! Buon fine settimana! Giorgia & Cyril

  • Reply
    Mari - Rose di Burro
    4 febbraio 2011 at 16:54

    Io sono per la diversamente ricotto-nutellosa! Alla faccia della mia dieta a cui ormai non crede più nessuno!!! :-)))

  • Reply
    dolci a ...gogo!!!
    4 febbraio 2011 at 16:29

    Anno nuovo e contest nuovo per Dolci a gogo!!In collaborazione con Le Creuset, il mio blog ha organizzato un contest "Tutto in cocotte". Tra tutte le ricette partecipanti sarà scelta la più meritevole premiata con 4 cocotte Le Creuset.
    Per altre informazioni corri a leggere il post.
    Ti aspetto
    Baci Imma

  • Reply
    arabafelice
    4 febbraio 2011 at 16:26

    Questa "diversamente" frolla mi piace eccome, dato che adoro la farina di castagne.
    E questo post mi ha fatto morire 🙂

  • Reply
    Erica
    4 febbraio 2011 at 16:21

    eheh dopo diversamente alta anche diversamente magra eheh mi fai sempre ridere ^_^ direi che le diversamente crostate sono favolose, e il diversamente crumble mica è da meno! ^_^

  • Reply
    Elena
    4 febbraio 2011 at 16:04

    bravissima Stefania…sei così…diversamente frizzante da tutte noi…una marcia in più. Mio marito è attratto dalla versione ricottosa e io non posso esimermi dal preparargliela…magari domenica!!!

  • Reply
    Acquolina
    4 febbraio 2011 at 14:22

    fai bene a non essere diversamente modesta perché sei oggettivamente geniale! 😀
    baci
    Francesca

  • Reply
    Lauretta and Mary
    4 febbraio 2011 at 14:20

    Adoriamo decisamente la tua diversitudine!!! Bellissima ricetta 🙂

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    4 febbraio 2011 at 12:42

    questa frolla con la farina di castagne mi ispira o quanto mi ispira!
    mi sa che te la copio quanto prima…

  • Reply
    Gambetto
    4 febbraio 2011 at 11:44

    Diversamente abile nel leggere mi soffermo per un attimo più sul tuo post preso dalla tua sana&intelligente ironia…poi gli occhi mi ricordano che sono anche diversamente frugale in tema dolci&affini e quindi affondo nelle tre versioni prediligendo quella con Nutella off-course. A questo punto però diversamente misurato nelle quantità so che potrei per un dessert del genere andare avanti sino a quando non termina (io la versione basic con il burro)…diventando così diversamente dotato di costipazione!! 😀 ahahhaahahhahahahahahaaha
    Mi fermo prima che mi ci mandi!! :PP hihihihihi

  • Reply
    Eleonora
    4 febbraio 2011 at 10:19

    ti amiamo così diversamente per questi piatti che fai originalmente diversi!

    un baciotto e buon week end (diverso?)

  • Reply
    Mapi
    4 febbraio 2011 at 10:12

    Che dire Stefania, davanti a queste meraviglie? Vive la différence!!! 😀

    P.S.: il captcha recita "vallige"; mi sembra un segno del destino. Faccio le "vallige" e vengo da te per il week-end!!! 😀

  • Reply
    Rosalba
    4 febbraio 2011 at 10:11

    Stefy! Anche io vorrei essere "diversamente" superbrava come te!
    Un abbraccio e buona giornata
    Rosalba

  • Reply
    cristina b.
    4 febbraio 2011 at 8:38

    diverso è bello!!!! un bacione

  • Reply
    luby
    4 febbraio 2011 at 8:32

    fantastica la frolla con la farina di castagne!!!!!!!!!

  • Reply
    roberta
    4 febbraio 2011 at 8:19

    magari tutti fossero diversamente come te. Complimenti per questa frolla alternativa!

  • Reply
    ValeTork
    4 febbraio 2011 at 8:16

    viste su fb

    belle!!

  • Reply
    meggY
    4 febbraio 2011 at 7:41

    Cara Stefy … mi sono data da poco alla frolla e questa tua versione è davvero interessante!!!Anch'io sono diversamente .. tutto, e la bilancia?Ehm cos'è?
    🙂
    Un bacione

  • Reply
    Mamma in pentola
    4 febbraio 2011 at 7:41

    Finalmente…ho giusto quel mezzo chilo di farina di castagne, che non volevo far finire nel solito castagnaccio, mi segnoqyesta tuo crostata "diversamente golosa"…
    Grazie
    Claudia

  • Reply
    Stefania
    4 febbraio 2011 at 7:12

    Un diversamente fine settimana
    🙂 ciao

  • Reply
    Federica
    4 febbraio 2011 at 5:41

    Ormai da "dipendente" il diversmente crumble è la versione che mi attira di più. Soprattutto mi attira l'idea della farina di castagne abbinata alle mele, cosa che non ho mai fatto. Un bacione, buon we

  • Reply
    gloria cuce'
    4 febbraio 2011 at 1:26

    Fantastiche le tre versioni, da provare sperando che non siano diversamente buone!
    😉
    bacioni!

  • Leave a Reply