Dolci/ Light/ Vegan

Biscotti vegani con nocciole e mele… e vi racconto di Montersino

Gentile e sensibile signor Montersino,
Le scrivo questa lettera per dirLe che ritiro la mia proposta di matrimonio.
Il mio per Lei fu amore a prima vista, o meglio a primo orecchio, perché quando Le sentii dire che sostituiva la farina 00 con quella di riso, perché così anche i celiaci potevano mangiare i Suoi dolci, mi sciolsi letteralmente conquistata dalla Sua estrema sensibilità. Di lì fu una escalation. Comprai parecchi Suoi libri (non ancora tutti), seguii tutte le Sue trasmissioni e bevevo di ogni singola lettera che uscisse dalla Sua persona.
A niente valsero tutti gli ostacoli frapposti, inulina, maltitolo, zucchero invertito e chi più ne ha, più ne metta…, io andavo dritta per la mia strada ad amarLa, a difenderLa, a rispettarLa.
Mi produssi anche in alcune Sue creazioni, anche se dal tocco originale (che fra l’altro Lei non ebbe modo di apprezzare, ma sono certa non avrebbe apprezzato perché preferì la mera copia di una torta, difficile sì, ma copia…). E mi piacquero pure le Sue basi, con il mio tocco… Apprezzai meno i Suoi rifacimenti, ma diedi la colpa all’esecutore e mai all’idea.
E però, caro signor Montersino, ad Eataly ho avuto il colpo ferale, quello che all’improvviso mi ha fatto aprire gli occhi e mi ha fatto vedere Lei per quello che è: un bravissimo pasticcere, ma anche espertissimo in marketing.
Quelle parole, lette sui Suoi dolci, mi hanno ferito mortalmente e non riesco a passarci sopra.
Cioè, ad Eataly sono andata, anzi siamo andate, proprio per Lei, per gustare le Sue meravigliose creazioni. Nel carrello ho messo le sue torte con su scritto, a lettere cubitali, SENZA FARINA… E però quelle parole non mi lasciavano in pace e così ho inforcato gli occhiali e ho letto gli ingredienti sul retro… Le torte dovevano essere per il mio pargolo di 10 anni, anche lui celiaco e non presente con me a Genova… Ho letto speranzosa, ho quasi trionfato perché negli ingredienti non c’era traccia di farina col glutine… fino a quando ho letto “prodotto in stabilimenti in cui si manipolano farine col glutine”… Il mondo mi è crollato addosso e le torte sono state riposte nel loro scaffale. Capeggiano ancora là con l’enorme scritta SENZA FARINA, ma non sono adatte ai celiaci… E così, né io né il mio pargolo abbiamo potuto gustare le sue torte, perché come lei ben sa, i celiaci non reggono nemmeno la contaminazione… Quello che mi è dispiaciuto di più, devo dirLe, è stato sentirmi presa in giro e per ben due volte: la prima per le aspettative che mi ha dato con le Sue trasmissioni e i Suoi libri, la seconda con quell’enorme scritta equivoca.
E così, caro signor Montersino, ho deciso di ritirare la mia proposta di matrimonio, ho deciso che è meglio restituirsi i regali e metterci una pietra sopra. I dolci continuerò a farmeli da sola e la speranza di trovare, fuori casa mia, un mondo sensibile, pronto ed aperto alle esigenze di un celiaco (non ai capricci, ma alla salute di un celiaco), so che non si troverà ad Alba…
E’ proprio vero, fra il dire e il fare, c’è di mezzo il mare…
Con umiltà, una fan disillusa
Stefania Oliveri
Biscotti vegani con nocciole e mele

Biscotti vegani con nocciole e mele

Così oggi vi lascio una ricetta vegana e light. Però non di quelle punitive, ma assolutamente da rifare per una colazione light e soddisfare contemporaneamente la voglia di dolce.
Biscotti vegani alle nocciole e mele
Ingredienti per una ventina di biscotti
80 gr di farina di riso integrale
50 gr di farina di grano saraceno
30 di nocciole del Piemonte (della dolcissima Ema)
40 gr di zucchero di canna
20 gr di olio di mais
40 gr di acqua calda
Mezza mela
scorza grattugiata di un limone o arancia

Procedimento:
Lavare, sbucciare e tritare la mela e le nocciole. Mescolare quindi tutti gli ingredienti con un mixer elettrico (pchi minuti basteranno), fino ad ottenere un impasto piuttosto morbido. Stendere la frolla spolverizzando il piano con della farina di riso.
Cuocere in forno preriscaldato a 180° per 15 minuti (circa).

Suggerimenti:
– conservare in un contenitore a chiusura emretica per mantenere la fragranza;
– questi biscotti sono SENZA FARINA, ma anche SENZA GLUTINE…

A presto
Stefania Oliveri

You Might Also Like

59 Comments

  • Reply
    Biscotti vegani con mele e noci
    25 maggio 2016 at 15:08

    […] da tempo la bellissima e bravissima Stefania e la mia attenzione è caduta subito su questi biscotti vegani. Ho leggermente modificato la ricetta: infatti i suoi sono bellissimi, mentre […]

  • Reply
    lanterne volanti
    9 maggio 2015 at 0:36

    Avanti cos? Corinna Lucciano

  • Reply
    moscom
    18 maggio 2014 at 7:42

    Sono capitato qui per caso cercando una ricetta di biscotti con grano saraceno e mele… mi è piaciuta e fatto sorridere la "lettera al Grande pasticcere" perché è normale che quando si guarda i grandi numeri ci si deve affidare ad aziende industriali che non possono produrre e avere una linea "gluten free" specie qui in Italia con tutti i costi del caso.

    Ma, se posso permettermi, anche tu hai dato una indicazione errata:
    – questi biscotti sono SENZA FARINA, ma anche SENZA GLUTINE…

    Non è corretto scrivere "senza farina" bensì "senza frumento" in quanto hai usato farina di grano saraceno (che non è un frumento) e farina di riso.
    Ma a parte la dicitura poco corretta, i tuoi biscotti mi sono piaciuti.
    Grazie per aver condiviso questa ricetta.

  • Reply
    Anonimo
    8 febbraio 2013 at 14:17

    Per mixer elettrico si intendono le fruste? Ho a mia disposizione sia queste, sia le fruste "a fusillo", sia un aggeggio del minipimer che riesce a spezzettarmi le nocciole, per dare l'idea… Ma che comunque mi permette di fare hummmus o roba simile. Secondo te mi esce fuori qualcosa di commestibile? 😀

    Mi spiace della delusione per Montercoso o chiunque egli sia… L'importante è essere un passo avanti, fa SEMPRE bene leggere gli ingredienti di tutto, a prescindere da quello che sponsorizzano (parlo di cibo, prodotti per l'igiene e varie…).
    E non ti preoccupare se è crollato un mito – magari un giorno farai tu quello che ti aspettavi facesse Montercoso 🙂

    Un saluto!

  • Reply
    Lory
    19 luglio 2012 at 7:04

    Ho deciso di specializzarmi nelle preparazioni gluten free, anche se nessuno a casa mia è celiaco, perchè nella vita tutto serve e…magari anche nel lavoro. Non si sa mai… Potrò sicuramente avere bisogno di te per delle informazioni specifiche, mi aiuterai, vero? 😉
    Grazie Stefy e buona giornata. 🙂

  • Reply
    Terry
    5 maggio 2012 at 14:56

    Cara Stefania… Approvo la tua scelta!!! 😉 … Io personalmente ho scoperto Montersino molto tardi rispetto a molte alte blogger ed ho iniziato a vederlo solo da pochi mesi, da quando ho sky, bravo.. Ma come dici mi ha subito puzzato di gran marketing… E cmq cose poco fattibili visto che come dici,destrosio, uniline etc etc… Son cose che ho visto solo in fiere o negoZi iper specializzati… E costan pure! Insomma… Ok se si vuol sperimentare…. Ma meglio farceli da noi i dolci, con o senza glutine!!! E cmq … Sul tuo episodio…devo dire che la scritta e molto ingannevole, cosa gravissima!!
    Beh ora lasciami rubare virtualmente uno di sti biscotti buonissimi e augurarti anche un buon weekend!
    Terry

  • Reply
    ღ Djallen ღ
    4 maggio 2012 at 9:30

    L'aver la scritta "senza farina" porta veramente in confusione i tanti celiaci che potrebbero e sono invogliati dalle meraviglie di Montersino.
    E' vero non vi è scritto "per celiaci" ma spesso le pubblicazioni che ne portano il nome scrivono che il signore stesso conferma adatti a tutti o..intolleranza zero 😉 da qui è semplice pensare che vadano davvero bene per tutti.
    peccato poi non sia così perchè ci si dimentica che esista anche la contaminazione, ma basta ricordarlo, non è impossibile nè difficile sennò quanti di noi avrebbero già avuto grossi problemi.
    Nessuno toglie la meravigliosa bravura del pasticciere, anzi (io continuo a guardare senza provare, sicura di non arrivare a un minimo di livello indispensabile) adoro vederlo all'opera e vede le creazioni.. un piccolo passetto in più però sarebbe veramente gradito.
    Stefania.. te tocca tenere il marito tuo 🙂 (Abbracci a te e fam! <3 )
    Ciao Jé

  • Reply
    Sarah
    3 maggio 2012 at 11:30

    Che delusione… 🙁

  • Reply
    Anna Lisa
    3 maggio 2012 at 10:20

    Non vedo alcuna risposta dal fidanzato respinto ma…che razza di uomini frequenti Ste'??? 🙂
    Lo dico sempre: il mondo non è ancora pronto ad accoglierci ma fa di tutto per far credere il contrario. Tu sei stata grande a scrivere quello che hai scritto. Un abbraccio senza farine contenenti glutine 🙂
    P.S. Rispondo un attimo a Federica con il commento sopra il mio: tu hai ragione a dire che ci sono quelle due scritte. Il problema è che a caratteri cubitali mi scrivi "senza farine" e induci il celiaco o chi per lui a comprare. Poi, piccolo e nascosto, scrivi il resto. che senso ha? Leggi inoltre più su il commento di Gaia circa le ricette del libro del Maestro. Ti fideresti se tuo figlio fosse celiaco a dargli una torta di Montersino? e sorvolo su quanto Stefania possa averle pagate!

  • Reply
    Anonimo
    3 maggio 2012 at 6:36

    Continuo a non capire: c'è scritto SENZA FARINE, poi ci scrive pure "prodotto in stabilimenti in cui si manipolano farine col glutine", più di così… Più corretto di così. Mica ha scritto "… per celiaci".
    Federica

  • Reply
    Arnalda Gourmet
    2 maggio 2012 at 22:40

    ma che delusione deve esser stata sentirsi un po traditi e aver pregustato una torta che non si può avere è crudeltà! sono sicura che i tuoi biscotti sono di granlunga migliori!!! Un abbraccio, a presto!

  • Reply
    Gio
    2 maggio 2012 at 17:25

    Cara Stefi la notizia già mi era arrivata e pur non essendo celiaco (ma ho diverse amiche che lo sono) mi ha fatto incazzare, certo la scritta trae in inganno e la trovo molto poco rispettosa di chi si fida e prova magari senza leggere bene gli ingredienti e che cavolo!
    un abbraccio, preferisco i tuoi biscotti di gran lunga più "onesti"!

  • Reply
    pâtes et pattes
    2 maggio 2012 at 17:22

    Bravissima Stefania, ben scritto! Anche io leggo attentamente le etichette e spesso noto quello che hai notato tu, è veramente indecente! i tuoi biscotti sono invitanti! baciotti e ronron Helga e Magali

  • Reply
    Lo
    2 maggio 2012 at 16:37

    tesora lascia perdere certi monterorsini…e dedicati alla tua sorella lontana ….portami i biscotti e partecipi a Salutiamoci: mangiare bene per stare bene…si vero? te voglio bene assaiiiiiiiiiiii

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    2 maggio 2012 at 12:14

    lo sapevo 🙁
    mia cognata mi aveva detto di aver trovato i biscotti di golosi di salute, ma che aveva letto bene (ormai qui tutti sono informatissimi sulla questione contaminazioni, per fortuna!) e c'era la precisazione che hai segnalato tu.
    anch'io all'epoca pensai che era uno str@@@o, se avesse continuato a scrivere i suoi libri ma senza pubblicizzare i prodotti della propria pasticceria come se fossero per tutti, passi, ma così è cosa pessima.

    ne vuoi sapere un'altra? l'altro giorno ho scoperto che bisogna stare attenti anche alle etichette "senza glutine" sui suoi libri: un esempio? libro "le dolci tentazioni", ricetta "focaccia della befana" dichiarata "senza glutine" e fra gli ingredienti ci sono, nell'ordine:
    – 1540 g di farina forte (!)
    – 300 di lievito naturale (di cui lui fornisce la ricetta con glutine, ovviamente)
    – 30 g di farina di farro integrale
    (a parte il fatto che come si faccia ad apprezzare 30 g di farina di farro su 1540 g di farina forte lo sa solo lui…)

    anzi, ora che mi ci fai pensare gli scrivo.

    sui biscotti, che dire? ottimi, e VERAMENTE senza glutine.

    p.s. ultimamente fai delle foto meravigliose

  • Reply
    Anonimo
    2 maggio 2012 at 11:40

    Solo una curiosità: ma dove è scritto che è per celiaci? Nel suo sito vi sono molteplici prodotti per varie intolleranze alimentari, ma di celiaci non parla. O sbaglio?
    Ciaoo
    Federica

  • Reply
    Gambetto
    2 maggio 2012 at 9:15

    "Commento prodotto senza ragion critica e buon senso"
    Gentilissima Sig.ra Cardamomo,
    nel ricordarmi che lei è sposata ad un uomo davvero eccezionale, trovo davvero fuori posto certe sue affermazioni, soprattutto se inviate a mezzo missiva pubblica ad un pasticciere che le donne adorano. Anche qualche uomo in verità. Trovo irresponsabile questa nota stonata in un mondo fatto solo di complimenti e di agiografie senza approfondimento e mi dispiaccio di non vederla, se pur con la personalità che le compete, omologata alla malattia della "montersinite" che tante dolci piaghe addusse agli amanti della cucina. Sono certo che si ravvederà ed anche lei potrà mostrare in futuro una bella "influenza montersinica", la stessa che auguro a me stesso ovviamente. A presto, ne sono certo 🙂

    Mario

    PS
    Questo commento è stato “prodotto in stabilimenti in cui ci sono traccie di buon senso”…chiedo scusa per eventuali contaminazioni.
    😀

  • Reply
    Ines
    1 maggio 2012 at 15:34

    Che delizia questi biscottini!:P

  • Reply
    piccoLINA
    1 maggio 2012 at 13:42

    ohooooo….è sempre triste quando finisce un amore!!!!
    Meglio consolarsi con una vagonata di questi biscotti, che dici????
    Ah….ora posso confessarti che io di montersino ho fatto solo i profitteroles x la sfida dell'MTC?
    🙂
    un abbraccio
    Paola

  • Reply
    Manuela e Silvia
    1 maggio 2012 at 13:22

    Neppure noi abbiamo mai visto Montorsino all'opera ma approviamo in pieno il tuo gesto!
    Le ricette vegane ci intrigano sempre e le guardiamo con molto interesse: questi biscotti hanno un chè di rustico che ci piace molto!
    baci baci

  • Reply
    ema.arricciaspiccia
    1 maggio 2012 at 12:09

    Mia dolce Ste, quanto hai ragione…ormai tutti proclamano di fare cose senza glutine semplicemente perchè "fa figo" usare farina di riso, mais, grano saraceno e quant'altro,ma in fondo in fondo sono davvero poche le persone non celiache che si interessano davvero delle reali problematiche che questa malattia comporta, perché è inutile che ce l stiamo a raccontare, di malattia si tratta! E quando sembra che qualcuno sia dalla nostra parte e poi in realtà ci volta le spalle, allora questo fa più male che l'indifferenza, perché ci si sente un po' presi in giro…è come una bella torta senza farina, ma con tanto zucchero a velo sopra…e la solita frase:"togli lo stato superficiale!"…:(!
    Bellissimo post tesorino!

  • Reply
    Morena
    1 maggio 2012 at 8:33

    Sono anche io una fan di Montersino ma sinceramente le tue parole mi toccano… Come si fa a prendere in giro persone che si fidano di lui? Tutto x guadagnare qualche euro in più! No, cosí non va bene…
    Mi aspetto che Luca abbia il coraggio di risponderti e che possa spiegarti tutto…
    Vedrai che presto capirai!
    Intanto ti auguro un felice I Maggio!

  • Reply
    Ely
    1 maggio 2012 at 8:18

    Oddio io non ho mai fatto nulla di Montersino, apprezzo la sua scalata (oh forse no?) Da quello che raccontano i libri sembra si sia fatto da solo con la sua bravura… ma le cose che fa sono troppo belle e perfette e tutto in 172,65 gr + 96.47 centesimi no non fa per me… se poi tutta la sua dedizione alla celiachia è una bufala come si dice da noi "mi è andato giù dal birlo"…. Sarà meglio affidarci ancora alle brave e fantasiose cuoche celiache che con passione provano e sperimentano… Questi biscotti mi piacciono semplici e Oliveriani e mettici un gran cartello con scritto SENZA GLUTINE E SENZA FARINA, un bacione!

  • Reply
    alba
    30 aprile 2012 at 23:52

    Brava stefania mi sei piaciuta!!!!!

  • Reply
    Chiara Picoco
    30 aprile 2012 at 21:00

    sei il mio mito numero 1 e non solo perché hai la bella faccia tosta di scrivere a colui che tanti quasi riveriscono, perché "quando ce vo', ce vo'", ma anche perché dai un messaggio chiaro, trasparente e utile. Non sono celiaca e a parte te non conosco nessuno che lo sia, ma mi hai fatto venire la voglia di imparare a cucinare in modo che possano mangiare tutti, anche i celiaci.

  • Reply
    Giulietta
    30 aprile 2012 at 20:07

    bah….sono basita!
    peraltro devo dirti che scrivendo "senza farina" si sono "parati il c…." ehm- diciamo – messi al sicuro; mica c'era scritto "senza glutine"…. Bacio!

  • Reply
    Anonimo
    30 aprile 2012 at 19:53

    non ho mai visto montorsino all'opera. Non so' neanche su che canale si possa dargli un'occhiata. Priva di qualsiasi pregiudizio, qualche anno fa avevo comprato una rivista di cucina e scopro che quello in copertina era un certo Montorsino. In seguito ho rivisto il suo nome citato a destra e a manca. Ma io, che avevo comprato la rivista proprio perchè mi ispiravano le ricette da lui presentate, alla fine non sono mai riuscita a farle… ingredienti strani, almeno 1 per ricetta… e c'ho rinunciato… Ora leggendo la tua lettera, senza essere condizionata dalla sua bravura o dal suo modo di fare pasticceria, dico anch'io che uno non può sapere tutto, e va bene, ma a certi livelli non ti puoi permettere di non sapere…. non si può scendere a questi compromessi! Brava Stefania… i tuoi biscotti invece li proverò di certo! Un bacio….

  • Reply
    Simo
    30 aprile 2012 at 19:49

    Io non amo molto Montersino…ma invece adoro questi biscotti, che credo proverò a fare molto presto!
    Devono essere deliziosi…

  • Reply
    Manu
    30 aprile 2012 at 19:02

    Grande Stefania
    appoggio in pieno la tua lettera sei veramente fantastica ed hai fatto benissimo a scriverla

    un abbraccio
    Manu

  • Reply
    Giulia
    30 aprile 2012 at 18:24

    io volevo dire solo tre parole: mi vuoi sposare? 🙂 con un anello di biscotto vegan 😉

  • Reply
    Claudia
    30 aprile 2012 at 17:54

    Ottima scelta, meglio prima che dopo. Anche a me sarebbe crollato il mondo addosso dopo aver letto l'etichetta!

    Sei molto brava e non mollare mai.

    Buona serata da me

  • Reply
    Ka'
    30 aprile 2012 at 17:20

    Massaicosatidico?! Hai fatto benissimo a ritirare la tua proposta !!! Mi fa una rabbia e se l'avessi acquistata e mangiata?! Ma che senso ha produrre dolci senza farina in uno stabilimento glutinoso, della salute purtroppo i più se ne infischiano, a volte penso che pensino alla celiachia come una moda, tipo quelle intolleranze farlocche che diagnosticano i farmacia…no,no,no non piace neanche a me!!!Bacioni!

  • Reply
    Sonia
    30 aprile 2012 at 17:10

    lo so che sei rimasta delusa, ma lui al di là di tutto rimane un ottimo pasticcere, le sue ricette sono esatte e precise e non falliscono mai, nemmeno quando le converti in gf 😀 se poi per commercio vende torte per intolleranti al grano invece che per celiaci (visto che non c'è scritto senza glutine) gliela possiamo far passare, basta che nella sua pasticceria sappia che se dice che un celiaco può mangiare un dolce sappia di cosa parla 😀 e dai…non te la prendere, ognuno deve difendersi il suo e tu sai come fare 😉 è troppo bravo per non perdonarlo, il lato personale a noi foodblogger interessa un pò meno ;-)) dai dai dai! si vede che dovrà comprare il tuo libro e imparare a fare le torte gf come si deve :-DDDD buon 1° maggio :-X

  • Reply
    Love at first bite!
    30 aprile 2012 at 16:54

    ehhhh….. …. siam capaci tutti allora a diventare il famoso montersino.. é forse per questo che non ho mai voluto "il matrimonio" con nessun grande chef… dietro ogni grande chef ..si nasconde … non lo so . ma qualcosa si nasconde.

  • Reply
    Rosaria
    30 aprile 2012 at 16:19

    non riesco a crederci!!! sono ancora allibita!!! ma perche' non gli scrivi sul blog!!! ma tu guarda!!! non penso che non sia a corrente di questo!!!

  • Reply
    gloria cuce'
    30 aprile 2012 at 16:18

    Mi hai fatto ricordare che una mia collega all'università si è sentita male sol perchè dove alloggiava lei dalle suore avevano mescolato la sua pasta col cucchiaio di legno con cui usavano mescolare la pasta con glutine. Perciò se mi dovesse capitare di invitarti dovrò usare sempre tutto in acciaio e lavato più volte per togliere ogni traccia di glutine?
    Grazie per la bella ricetta. Bellissimi questi biscotti. Bacioni ed in bocca al lupo per il prossimo uomo che ti illuderà 😉

  • Reply
    Mirtilla
    30 aprile 2012 at 15:49

    consoliamoci cn questa meraviglia 🙂

  • Reply
    spuntiespuntini senza glutine
    30 aprile 2012 at 15:39

    spero che il signor Montersino posi per un attimo il matterello per riuscire a risponderti….sarei curiosa di sapere cosa avrebbe da dire!vabbè!brava Stefania..grandissima!

  • Reply
    cristina b.
    30 aprile 2012 at 15:36

    ah no, caro signor mente… ooops montersino, non si fa così!!! per la nostra stefania, il suo figliolo e per tutti i celiaci ci vuole un po' più di rispetto! al posto suo le manderei a casa una bella torta (di quelle gggggggiuste però!) con una umile lettera di scuse…
    stefania, facci sapere se si fa vivo l'ex principe azzurro :)))

  • Reply
    Arianna Rocks
    30 aprile 2012 at 15:28

    questi biscotti sono bellissimi, quasi quasi stasera li faccio.. pensi che cambiando il frutto vengano bene lo stesso?

    un abbraccio contro la delusione Montersinese

  • Reply
    meris
    30 aprile 2012 at 15:23

    Oh, dimenticavo. I tuoi biscotti sono stupendi.

  • Reply
    meris
    30 aprile 2012 at 15:23

    Ahhhh vedi Montersino cosa combina! Brava Stefania, pochi peli sulla lingua. E' così che si fa.

  • Reply
    dauly
    30 aprile 2012 at 15:12

    azzarola però!! invece di sbandierare a lettere cubitali quel senza farina avrebbe dovuto scrivere con l'evidenziatore il resto, ma che scherziamo?
    un principe azzurro caduto dal suo destros…..ehm, destriero, porello che botta poco nobile!

  • Reply
    Greta
    30 aprile 2012 at 15:11

    O cavolo eppure lui ha fatto delle proposte senza allergeni uno dei suoi punti di forza…caspita, magari ha firmato quella liena senza leggere le note…che figura però! Intanto questo biscotti me li preparo subito che ho nocciole in quantità! Buon primo maggio Stefania simpatica ciao 🙂

  • Reply
    Saretta
    30 aprile 2012 at 14:38

    Ma pensa te..ieri li ho visto anch'io i prodotti di Montersino da Eataly ma, on ho fatto caso alla postilla…Certo che se uno fa le cose, falle bene no?!Mi siace tanto epr questo scivolone e per la delusione dell'allive ache, posso dirlo, ha superato il maestro in genio ed esecuzione.
    Ste anche questi biscottini te li acchiappo!
    Bacione

  • Reply
    belloebuono
    30 aprile 2012 at 14:23

    Cara Stefania, a parte la tua comprensibile delusione (mi identifico!), ma che bella ricettina questa! Sembra perfetta per la mia colazione… grazie 🙂

    Laura

  • Reply
    SereInCucina
    30 aprile 2012 at 14:22

    Lo sapevo che se ti leggevo non avrei potuto che darti ragione… lo immaginavo già che finiva male anche per me… 😉 però il suo libro è ancora praticamente intonso!!! sai che ti dico, alla faccia sua noi gli rubiamo le ricette e i suoi prodotti non li compriamo!!! 😉 bacio! Sere

  • Reply
    Mai
    30 aprile 2012 at 14:22

    Le delusioni ci sono ovunque… ma col cibo non si gioca! Neanche con le proposte di matrimonio…
    … non era me che volevi sposare?

    biscotti molto interessanti, secondo te anche con le noci?

    besos

  • Reply
    Patty
    30 aprile 2012 at 13:59

    Ne uccide più la penna che la spada….Montersino è lì a terra che rantola ferito a morte e dietro di lui la folla delle tue fans che fanno la ola! Grande Stefania, senza peli sulla lingua e con un meraviglioso pelo sullo stomaco! Je t'adore! Pat

  • Reply
    ann@...
    30 aprile 2012 at 13:52

    il disicanto arriva, per farci soffrire.. ma!!! anche per farci vedere con gli occhi stanchi, una falsa sensibilità alla vicinanza delle persone.. e così in puff!! e un grande magine ci si scopre ingannate e arrabiate….!!
    Signor Montersino io al suo posto, farei un mega cartello con su scritto :"Perdomatemi, ma ho preferito il Dio denaro.." speculare per farsi grande.. ba!!! mi disgusta.. mi offende, mi fa piangere…
    si vergogni.. e lo faccia in privato… perchè io nn le credo +
    Ann@

  • Reply
    Alessandra
    30 aprile 2012 at 13:46

    ed io aggiungerei "chi fa per se fa per tre…". Bella lettera Stefania…con uno spiacevole epilogo..ma in amore si sa conta parecchio la trasparenza e la sincerità…!! Tu sei una donna tosta..sono certa che dopo la delusione e l'ecatombe..non c'è che il volta pagina…Purtroppo il business è una brutta bestia…Un abbraccione..Ale.

  • Reply
    TataNora
    30 aprile 2012 at 13:39

    Ok, il matrimonio è *sfumato* ma… i confetti ce li mandi lo stesso, vero?!
    Poi, diciamocelo: passi che il pasticciere deve essere precisissimo (come un farmacista) e i 2 grammi e il grammo e mezzo… ma le alchimie degli zuccheri gay!!! ebbasta! Evviva i frollini fatti artigianalmente SENZA GLUTINE e buoni buoni con elementi reperibili anche dai comuni mortali e che certi signori restino zitelli!
    Baci
    Nora

  • Reply
    breakfast at lizzy's
    30 aprile 2012 at 13:38

    Caspita che delusione, più che altro stiamo parlando di un tema così delicato che sicuramente non può essere preso alla leggera…
    Posso invece dirti che i tuoi biscotti mi piacciono da morire?

  • Reply
    Federica
    30 aprile 2012 at 13:33

    Sai cos’è che mi fa più rabbia in questo “triste” epilogo! Se qualcun altro al posto tuo non fosse stato così attento a leggere tutto quanto riportato in etichetta al di là delle lettere cubitali, avrebbe potuto starci molto male! Tra il dire e il fare…meglio i tuoi biscotti. Oltre che senza glutine, sicuramente anche più sani. Inulina, maltitolo e zucchero invertito mica mi scendono tanto giù! Un bacione, buona settimana

  • Reply
    Meggy
    30 aprile 2012 at 13:31

    🙁 🙁 Un abbraccio consolatorio, anche se di più sono convinta potranno fare questi squisiti biscotti 🙂

  • Reply
    Alessandra Gennaro
    30 aprile 2012 at 13:29

    ti sposo io, posso?
    🙂

  • Reply
    Chiara -Cucinando con mia Sorella-
    30 aprile 2012 at 13:28

    Oh povero tesoro deluso!!!
    Mai fidarsi del principe azzurro…
    Sono sicura che Salvatore sarà capace di "ri…conquistarti" con il suo cuore senza glutine 🙂
    Un abbraccio, Chiara

  • Reply
    cosebuonediale
    30 aprile 2012 at 13:28

    Intanto complimenti per la lettera a Montersino che appoggio in pieno. Veramente poco corretto…Confesso pure di non averlo mai amato ma per ben altri motivi…. e poi un grazie per questa meravigliosa ricettina che proverò prestissimo per soddisfare le mie voglie di dolce in questo periodo di dieta.

  • Reply
    Mela
    30 aprile 2012 at 13:22

    Che triste epilogo per la mia dolce Cardamoma 🙁
    Dai, coraggio, sei bravissima, e per me non hai niente da invidiare a pasticceroni!
    Montersino mi piace molto, ma non più dei tuoi post.
    Col cuore,
    Mela.

  • Leave a Reply