Basi/ Dolci/ estate

Gelato al gelsomino per ricordare il mio papà

Gelato al gelsomino - Cardamomo & co
(In questo post: Gelato al gelsomino)
 
I primi sette anni della mia vita li ho trascorsi a Trapani. I miei primi ricordi sono indelebilmente legati a questa città. Mi ricordo la villa di un’amica di mia mamma a Val d’Erice, dove trascorrevamo tutte le sere d’estate, ricordo il mare e il mio “cigno” (un salvagente a forma di cigno, perché io non mi sentivo ancora il brutto anatroccolo), la 500 di mia mamma che mi portava al lido, la sabbia morbida e fresca all’ombra dove giocavo con i miei amici, il ghiacciolo che mangiavo ogni giorno e che andavo a comprare da sola perché ci si conosceva tutti, il mare azzurro e limpido e il gelato al gelsomino che mangiavo con somma goduria col mio papà.
Adoravo il gelato al gelsomino e ne avevamo una pianta proprio nel nostro balcone e costringevo la mamma a fare la granita di gelsomino, che mangiavamo ancora solo io e il mio papà…
Così, quando in questa villa a Mondello ho trovato un bellissimo gelsomino, sono ritornata indietro di anni (non vi azzardate a pensare di secoli!), e ho deciso che assolutamente dovevo rifare quel gelato al gelsomino e ritrovare la mia infanzia…

Il gelato l’ho rifatto e l’infanzia l’ho ritrovata… ma solo per un attimo…

Gelato al gelsomino

Piccola premessa: ho usato la ricetta del gelato al basilico, anche perché secondo le istruzioni di Mapi e dell’MTC si doveva partire da una crema inglese. Questo è il motivo del colore giallino del gelato, mentre il gelato dei miei ricordi è bianchissimo, proprio come il gelsomino.
Infine, questo gelato ha solo un aroma di gelsomino, molto gradevole e sicuramente maggiormente apprezzabile da chi non ama i gusti forti, ma io lo rifarò, anzi secondo le indicazioni ho capito che rifarò un sorbetto e aumenterò le dosi dei fiori, per ricreare quel gusto tanto particolare. Per il mio papà.
 
Gelato al gelsomino - Cardamomo & co

Gelato al gelsomino – Cardamomo & co

 

Gelato al gelsomino da un’idea di Feste d’estate di C. De Turckheim & N. Le Foll
½ l di latte
60 fiori di gelsomino appena raccolto
200 gr di zucchero
6 tuorli
250 gr di panna fresca
fiori di gelsomino per guarnire

Mettere il latte a bollire e quando è pronto mettere i fiori lavati e lasciare in infusione per 15 minuti almeno. A parte, sbattere i tuorli con lo zucchero, fino a raggiungere una consistenza “a nastro” (cioè ben lavorate) e versarvi il latte a filo, mescolando continuamente. Non appena tutto il latte sarà aggiunto, rimettete tutto sul fuoco e cuocete a fuoco basso, continuando a mescolare di continuo, fino a quando la crema non velerà il cucchiaio e passando un dito sul dorso ne rimanga traccia. A questo punto è ora di togliere la crema dal fuoco e di versare la crema in un’altra ciotola (così da non continuare la cottura). Coprire con una pellicola e adagiare proprio sulla superficie, in maniera tale da non far formare la tipica pellicina.
A questo punto, aggiungere la panna liquida. Mettere nel congelatore in stampi piccoli in modo da poterli poi frullare col Bimby.
Quando la crema sarà congelata, tagliarla a pezzi e metterlo nel Bimby prima a velocità 6 per 40 secondi, quindi a velocità 4 per 20 secondi. La consistenza sarà del gelato cremoso.

Servire con dei fiori sopra.

Suggerimenti:

– come vi dicevo il gusto del gelsomino è troppo delicato (per quanto mi riguarda) per cui, la prossima volta, farò come per il gelo di gelsomino e terrò in infusione i fiori nel latte per una notte intera almeno e un quantitativo sicuramente maggiore;
-questa preparazione è totalmente e naturalmente senza glutine quindi adatta anche ai celiaci!

E anche con questa ricetta partecipo all’MTC di luglio sul gelato.

Vi è piaciuta questa ricetta? Restiamo in contatto, mettete MI PIACE alla mia pagina

 

 

 

oppure sul mio profilo Instagram

 

oppure iscrivetevi alla mia Newsletter

 

o ancora iscrivetevi ai miei Feed e riceverete ogni articolo in posta

A presto
Stefania Oliveri

No votes yet.
Please wait...

You Might Also Like

30 Comments

  • Reply
    Mariabianca
    29 Luglio 2012 at 8:52

    Adoro il gelsomino…..bravissima!!!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    ๓คקเ ☆
    24 Luglio 2012 at 19:20

    I sapori della tua infanzia sono anche quelli della mia… Che malinconica dolcezza il profumo del gelsomino ritrovato nel gelato!!!!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Aria
    24 Luglio 2012 at 14:47

    stupendo, e dal prodìfumo inebriante.sar che sono appena tornata da erice, trapani e mondello…ma mi sembra di aver visto te bambina su quel cigno….

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Gloria
    24 Luglio 2012 at 0:41

    Really love this gelatto!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Psycook
    23 Luglio 2012 at 10:45

    Fine anni 70…a Lido Valderice l'estate passava lenta tra tuffi in mare, sciroccate tremende e gelati al gelsomino.
    Il migliore in Via Fardella, la colazione con brioche e gelo al gelsomino… ho un flashback tremendo.
    Il mio consiglio: usa i fiori del mattino ed una base per sorbetto con sciroppo a 18 baumè.
    Chissà, magari ci siamo già incontrati…
    Saluti da Torino
    Psycook

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Gianni Senaldi
    23 Luglio 2012 at 6:00

    E' bellissimo risvegliare i ricordi delle persone care attraverso i profumi ed i sapori.
    Per quanto riguarda il gelato … per fortuna che eri quella che non avevi idee. Ma va va ….
    Grande

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    spuntiespuntini senza glutine
    19 Luglio 2012 at 15:25

    quando vorrai ritornare a Valderice fai un fischio!;) Fede

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Edith Pilaff
    19 Luglio 2012 at 8:37

    Aldila' della bellissima ricetta,il post mi ha un po' commosso.
    E' sempre un privilegio leggerti.
    xxx

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Chez Denci
    19 Luglio 2012 at 6:26

    Provato una volta sola a Palermo ovviamente poi non l'ho più trovato ed anche per me è fonte di ricordi… Un abbraccio.

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    la signorina pici e castagne
    18 Luglio 2012 at 20:29

    spesso ci si ritrova a cucinare più che per sfamarsi, per placare altri desideri, per spolverare i ricordi, per viaggiare nel tempo..
    il tuo gelato al gelsomino in realtà è fatto di ingredienti segreti…
    e mi piace…
    :O)

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Alessandra Gennaro
    18 Luglio 2012 at 19:36

    le pinne col tacco, le avevi già?
    sreiamente: il più bel gelato di tutti, uno dei post più belli del blog. Grazie

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Sonia
    18 Luglio 2012 at 16:52

    che spettacolo!!! complimenti :-DD

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Satsuki
    18 Luglio 2012 at 14:31

    Splendido questo gelato, proprio come la sua autrice ^__^! Ma sai che non l'ho mai assaggiato? Piuttosto, ricordo male o esiste anche il gelo al gelsomino?

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    spuntiespuntini senza glutine
    18 Luglio 2012 at 14:21

    davvero un bel post…dolci ricordi!! Brava stefy…

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Cinzia
    18 Luglio 2012 at 14:07

    che bello il racconto di quei tempi, io ho qualche anno più di te ma me li hai ricordati alla perfezione, perché sai, quel cigno lo avevo anch'io. Lo usavo quelle poche volte per andare al lago… quando il ghiacciolo costava 50 lire… ;(!!
    Sai che qui da noi il gelsomino, quello vero che hai tu, non esiste? Proprio non campa, sobh! Abbiamo quell'altro, il finto, che pure mi è stato detto essere tossico…
    Vabhé se vengo in Sicilia, so già dove suonare per sentire questo profumo, vero? E' una bella ricetta, ma non me ne vogliano le donne dell'MTC io aspetto quella BIANCHISSIMA!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    La Gaia Celiaca
    18 Luglio 2012 at 13:58

    sono commossa dal tuo post… il tuo papà sarebbe molto contento.
    anche del tuo splendido gelato

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Betty
    18 Luglio 2012 at 13:26

    al gelsomino?!? mai provato! davvero particolare, complimenti 😉

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Fabiano Guatteri
    18 Luglio 2012 at 13:21

    Un buon modo per ricordare un caro affetto. Apprezzerà

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    ele
    18 Luglio 2012 at 12:53

    sei dolcissima, proprio come questo gelato. un bacione!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Valentina
    18 Luglio 2012 at 12:12

    Che meraviglia riuscire a preparare e dedicare un dolce che gustavi col tuo papà 🙂 I post come questo mi commuovono sempre.
    Io il gelsomino non l'ho mai assaggiato, però pensando alle foto da fare al mio gelato avevo pensato di usare le stesse tazzine che hai usato tu 😀 Ora mi tocca cambiare set 😀

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    sandra
    18 Luglio 2012 at 11:47

    che si puo' dire se non fantastico post? Per un attimo ho sentito il profumo del gelsomino e del mare e sono rimasta accecata dal sole siciliano…

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    monica
    18 Luglio 2012 at 11:45

    adoro il cibo legato alle emozioni e ai ricordi ci si potrebbe scrivere un'enciclopedia. Ogni volta che mangerai o sentirai quel profumo non solo penserai a lui, perchè quello accade sicuramente ogni giorno, ma sarà proprio come se lui fosse lì a gustarlo con te. un bacio mony

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Loredana
    18 Luglio 2012 at 11:32

    Anche a me l'aroma del gelsomino piace moltissimo, è intenso e particolare, nel gelato sarà sicuramente una delizia!
    ciao loredana

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    TataNora
    18 Luglio 2012 at 10:47

    Profumato come la tua Sicilia! Il gelato al gelsomino non potevi che farlo tu!
    Bello, vero , ritrovare un po' d'infanzia nei sapori e nei profumi.
    Bravissima.
    Nora

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Saretta
    18 Luglio 2012 at 10:35

    IL profumo del VERO gelsomino per me è indissolubilmente legato alla Sicilia, dove lo scoprii, accorgendomi che quello che ho a Milano è un fake..
    Bellissimissima idea, adorabile il ricordo, come sfogliare un album di vecchie foto.
    Un abbraccio
    Sara

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Rosalba
    18 Luglio 2012 at 9:48

    A me questo gelato non ricorda l'infanzia, ma una splendida estate passata tra Palermo, Trapani, Erice, S. Vito e Lampedusa 🙂 Pensa che ho imparato ad apprezzare le granite proprio a Trapani, quella di gelsomino la ricordo in maniera particolare, proprio perché, per me, insolita. Ora vorrei essere da te a mangiare un po' del tuo gelato, sarà una vera delizia. Brava.

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Barbara
    18 Luglio 2012 at 9:30

    Con le tue delicate parole sei stata capace di farmi sentire il profumo di quello splendido gelato… complimenti!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    dauly
    18 Luglio 2012 at 8:53

    nuuu, io non avevo la paperella, che vorrà dire che adesso sono uno splendido e regale cigno col collo lungo e flessuoso e non artritico?
    meravigliosi ricordi e sarei curiosa di assaggiare questo gelato, qui il gelsomino è solo una pianta con fiori profumati e non la usiamo in cucina purtroppo!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Lara Bianchini
    18 Luglio 2012 at 8:52

    Mamma mia stefi, lo vuoi proprio vincere l'MTc, in bocca al lupo perchè mi sembra che le creazioni meritino proprio.

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Elisa
    18 Luglio 2012 at 8:21

    Bello il post e stupendo il gelato! *_* Voglio provarlo!!

    p.s. abbiamo gli stessi bicchierini stropicciosi 😀

    No votes yet.
    Please wait...
  • Leave a Reply