Basi/ Dolci/ estate

Marmellata di prugne e una passeggiata alla Favorita

Marmellata di prugne

(In questo post: Marmellata di prugne)

Ogni mattina passo dalla Favorita, il più bello e grande parco di Palermo, che congiunge Mondello alla città. In questo parco si fa jogging, si va in bici e si organizzano pic nic. Per un lungo periodo è stato abbandonato, sporco e incolto. Poi è stato rimesso in sesto e adesso è in condizioni accettabili. Cioè, niente a che vedere con i grandi e pulitissimi parchi europei, ma almeno praticabile. In questo grande parco si fa anche un’altra cosa e, per dirla alla De Andrè, si vende l’amore… Questo lo si è sempre fatto. Adesso “l’amore” lo vendono solo le africane, che si mettono ai bordi della strada, in gruppi, sedute su sedie pieghevoli e aspettano il porco di turno, che per pochi euro (che sono certa non andranno nemmeno a loro), si prendono “l’amore”…
E così, anche stamattina, andando a scuola, molto presto, le ho viste lì, ad aspettare… Stamattina che c’era già fresco… Ma ci stanno anche tutto l’inverno, quando c’è molto freddo, e anche quando c’è un caldo infernale… sempre lì ad aspettare… e ad essere sfruttate. E così stamattina ho pensato quanto gli olandesi siano molto più avanti di noi. Noi ci scandalizziamo di vedere le donne in vetrina, come fossero merce… Ma cosa sono, se non merce? E allora non è molto meglio trattarle, almeno, con la dignità di una merce? Una vetrina, il calduccio o il fresco, il frutto della loro prestazione e il regolare pagamento delle tasse come tutti noi?
Però, a piazzale dei matrimoni, una, si è organizzata bene, anche se, non credo, sia una africana. Ogni giorno un grande SUV bianco si posteggia lì e si vede una donna, mi pare bionda, che aspetta… Forse non ha una vetrina grande tutta per se’, ma 6 finestrini, mi sembra, possano degnamente sostituirla… Mi resta solo un dubbio, le tasse, per le sue prestazioni, le pagherà?
 

Mi rimane un’ultima domanda e mi chiedevo, sarà per questo, che il parco, si chiama La Favorita?

Marmellata di prugne

Mai e poi mai, lo confesso, avrei fatto una marmellata (anche se forse dovrei dire confettura) di prugne. Le prugne non mi piacciono granché, soprattutto per il sapore acidulo della buccia.
Ma siccome ho un bell’albero (ok, è esagerato dire bello, in realtà è bruttarello assai) in giardino, qui a Mondello, ho voluto provare a fare la marmellata con i pochi frutti biologici non attaccati dagli uccelli, dai vermi e dal tempo. E così dopo aver raccolto il nostro magro bottino insieme ala cucciolo di casa, abbiamo preparato questa squisitezza! Sì, avete capito benissimo, la marmellata di prugne è davvero buonissima, inaspettatamente gustosa. E il cucciolo ha anche avuto il suo momento proustiano, perché il sapore gli ha ricordato gli omogeneizzati alla prugna della sua infanzia. Se non sono soddisfazioni queste!
Marmellata di prugne
1 kg di prugne biologiche
500 gr di zucchero
1 limone (il succo)
Lavare accuratamente le prugne e togliere il nocciolo. Metterle nel boccale del Bimby, insieme allo zucchero e frullare per 10 secondi alla massima velocità. Spremere il limone e far cuocere per 20 minuti velocità 1 temperatura Varoma. Quando è pronta, versare in barattoli sterilizzati e quindi chiudere col tappo e capovolgere il barattolo fino a quando non si sarà raffreddato per creare il sottovuoto!
Suggerimenti:
– la marmellata è già finita tutta, quindi, sono certa che i barattolini erano sterilizzati bene, o il botulismo non ha avuto il tempo di prodursi oppure, ho avuto una gran botta di c…, ma qui a Mondello non ho la mia adorata lavastoviglie dove sterilizzo la qualsiasi, quindi ho provato a farne una casereccia, mettendo i barattoli non l’acqua dentro al microonde, fino a quando l’acqua non ha sobbollito per due minuti. Poi ho buttato l’acqua, ho aspettato che si asciugassero e quindi ho invasato…
– inutile dirvi che la marmellata è assolutamente e naturalmente senza glutine!
 
Se volete altre marmellate, guardate qui.
A presto
Stefania Oliveri

You Might Also Like

16 Comments

  • Reply
    Simo
    19 settembre 2012 at 15:04

    Che voglia di venire a palermo…mai stata in Sicilia!
    Ottima la tua marmellata, mi ci dovrei cimentare anche io…

  • Reply
    Micol
    19 settembre 2012 at 11:31

    hai detto che l'albero è bruttino.. si ma che bei frutti!! lo voglio anch'io un prugno bruttissimo! 😉

    A casa mia preparano la confettura di prugne e albicocca.. una bomba di gusto! 🙂

    Ho letto da Felix che sei perplessa riguardo il consumo dell'avena… anch'io! In un grande supermercato ho trovato del musli di avena,riso ecc… SENZA GLUTINE! La marca non la ricordo ma mi sembra fosse tedesca..
    Una persona celiaca è tale in Italia e in qualsiasi altra parte del globo.. o mi sbaglio!?
    tu che ne pensi?

    Baci e scusa per il poema! 😉

  • Reply
    Daniela
    19 settembre 2012 at 9:15

    ho sentito parlare di questo parco, ma ancora non l'ho mai visitato. Fantastica la tua maemellata un bel colore e la giusta consistenza. Buona giornata Daniela.

  • Reply
    Rossella
    18 settembre 2012 at 13:17

    Che belle le tue foto, i tuoi pensieri e questa splendida marmellata !

  • Reply
    Gio
    17 settembre 2012 at 20:38

    proprio oggi ho saputo che dovrò venire e Palermo per lavoro, ci manco da anni, la trovo un città stupenda e la Favorita è bellissimo
    ottima la marmellata 😛
    buona settimana

  • Reply
    laroby
    17 settembre 2012 at 18:56

    a me la marmellata di prugne piace un sacco…ehm, veramente qualsiasi cosa abbia un sapore vagamente dolce mi piace!!! 🙂 ma siccome mi stai super simpatica ho deciso che la tua marmellata è la più buona mai assaggiata!!! (anche se mi devo accontentare di ammirarla in foto!) bacissimi

  • Reply
    Glu.fri
    17 settembre 2012 at 15:27

    Tristezza…
    a parte questo anche noi ci siamo dati alla raccolta della frutta quest'estate, e ho capito quanto siano utili all'umanitá gli antiparassitari..ma questo non é politicamente corretto dirlo (quasi come ricoscere la prostituzione come vero e proprio lavoro, chissá magari in quel modo si costituisce un albo,si devono fare esami, si vieta di praticare agli altri pena aspre pene….insomma magari tutto 'sto sfruttamento finisce…)
    Bacioni

  • Reply
    Lo
    17 settembre 2012 at 13:23

    sono d'accordo..cavoli lo sono davvero…è un post vero e triste….mannaggia …e sono d'accordo…ti abbraccio

  • Reply
    Maria Luisa
    17 settembre 2012 at 13:21

    L'albero sarà pure brutto, ma quelle raccolte hanno un ottimo aspetto. Ci credo che gli uccellino le attaccano!:-)
    Per il resto… tutta l'Italia è paese. Su questo argomento non c'è differenza tra nord e sud! Guardo queste ragazze ovunque per le strade, meglio se vicino a una discarica abusiva. Di mattina, di sera, di notte, sempre meno vestite, sempre col sedere in su come se non aspettassero altro… immagino siano drogate – questo è il pensiero che mi passa guardandole negli occhi. Spesso mi sembra non abbiano più di 15 anni. Una volta mi sono fermata accanto a uno che stava facendo scendere una di quelle ragazzette che vedevo tutte le mattine allo stesso posto, ho abbassato il finestrino e gli ho chiesto se non si vergognava. Siccome non aveva capito, gli l'ho pure ripetuto e mi ha pure risposto "NO". Poi ci penso e dico: Perchè doveva? Vive in un paese che permette queste schifezze, con una chiesa pronta a mettersi in mezzo per il testamento biologico, ma non per la donna usata come merce di scambio per strada e ci stupiamo di tutto, tranne del fatto che la civiltà mediterranea ha abbandonato da un pezzo questo paese per trasferirsi nei paesi nordeuropei!

  • Reply
    ema.arricciaspiccia
    17 settembre 2012 at 12:04

    Adoro la marmellata di prugne…è senza dubbio la mia preferita!!! Me ne regali un vasetto :)!?! Io non l'ho mai fatta…sono una vergogna, lo so…
    Tantissimi bacini Ste!!!

  • Reply
    Saretta
    17 settembre 2012 at 10:55

    STruggente il post, da donna non posso che pensarla come te, mi fanno una pena queste poverette…Anche eprchè questo mestiere antico no credo verrà mai meno.
    Fortunata ad aevre un prugno, brava che hai dato un degno contorno ai suoi frutti!
    Bacione

  • Reply
    Satsuki
    17 settembre 2012 at 9:49

    Con il parco della Favorita tocchi un nervo scoperto, perchè quando ci penso mi viene in mente solo un aspetto: i cani randagi. E' impossibile passeggiare lì con bilgo Charlie senza correre rischi, che tristezza :(! L'unico posto sicuro è la villetta vicino lo stadio delle Palme…almeno quello :D!
    Ok, la smetto di lamentarti, dicendoti che la penso allo stesso modo sui quartieri a luce rosse. So che ne esiste uno anche a Brema, ma non so se lì si lavori alla luce del sole come ad Amsterdam.
    E un'altra cosa: grazie a te mi sono finalmente convinta a ripetere la combinazione prugne-mele-zenzero ^__^!
    Un bacione :*

  • Reply
    Roberta
    17 settembre 2012 at 9:47

    Posso suggerirti una variante con l'aroma di lavanda? Io l'ho trovata favolosa. Se vuoi dare un'occhiata l'ho postata nel mio blog! A presto

  • Reply
    Dory_Mary
    17 settembre 2012 at 9:07

    troppo buona,bravissima!

  • Reply
    paneamoreceliachia
    17 settembre 2012 at 8:00

    Anch'io faccio ogni anno la marmellata di prugne.
    L'albero del mio vicino ne fa così tante che ogni anno me ne regala due belle cassettine dolci e mature!
    Per quanto riguarda invece la favorita, è triste dire che è un problema di ogni città, paese, comune italiano. considerato che la situazione non cambierà mai, tanto vale allora regolarizzarla sotto ogni punto di vista.
    Buon inizio settimana.
    Ciao. Alice

  • Reply
    caris
    17 settembre 2012 at 5:57

    In primis: se tu non partecipi, non è MTC!!! non puoi ovviare in qualche modo, tipo con la pasta phillo (lo so che magari dico una cosa eretica, data la mia ignoranza,…è solo un'idea!)
    Secondo: bellissimo post..mi hai fatto "star male" per loro, e non vuole essere una cosa brutta da dire ma solo la conferma che fia tanto riflettere!
    in tutto questo, quella marmellatat ha un colore splendido! magari avessi un albero anche io!!!

  • Leave a Reply