Dolci/ Primavera/ Stagioni

Zuccotto al lemon curd e fragole e grazie Catania

Zuccotto al lemon curd e fragole

Per adesso non faccio che parlare del mio libro.
Lo so, sto diventando monotematica.
Ma che posso farci se per adesso piovano presentazioni e interviste?
E io non dovrei mettervi al corrente?
Stavolta però vi metto solo qualche foto e vi lascio con poche parole: GRAZIE ELIFLA, GRAZIE AGATA, GRAZIE CATANIA!

 

Grazie, anche, alla Ditta Senz’Altro
Mi hanno inviato dei prodotti da provare e, a poco a poco, li sto testando. Stavolta è toccato ai savoiardi.
Ho voluto fare una specie di zuccotto, ma un po’ diverso, con quello che avevo nel freezer…
Sì, avete capito ben, nel freezer, perché sia il lemon curd che la meringa italiana si conservano bene anche in freezer per circa tre mesi. 
Così, in men che non si dica, ho fatto un dolce buonissimo… Peccato che non ho avuto tempo di decorarlo esternamente, e quindi la presentazione non è delle migliori (ok, confesso, non c’è nessuna presentazione, è vero!).
Però era tanto buono lo stesso e se riuscite a montare una buona panna fresca con un po’ di zucchero a velo e a decorare con alcune fragole fresche, anche l’occhio, oltre al palato, sarà accontentato.

Zuccotto al lemon curd e fragole

Zuccotto al lemon curd e fragole

Simil Zuccotto con lemon curd e fragole
1 confezione di Savoiardi Senzaltro
300 gr di fragole fresche
200 gr di meringa italiana
Bagna all’Alchermes
Lemon Curd

Bagna all’Alchermes
100 gr di acqua 
1 cucchiaio colmo di zucchero 
40 gr di Alchermes.

Rivestite uno stampo da zuccotto con la pellicola e posizionate i biscotti bagnati precedentemente da entrambe le parti nella bagna all’Alchermes (fate sciogliere lo zucchero nell’acqua e poi aggiungete il liquore). 
Mescolate il lemon curd con la meringa italiana con delicatezza e aggiungete le fragole tagliate a pezzi e riempite lo stampo. 
Chiudete con un altro strato di biscotti e mettete in frigo per almeno due ore a riposare.
Al momento di servire, sformate e decorate e vostro piacere. Io ho spolverizzato con un po’ di zucchero a velo, che è stato assorbito alla velocità della luce … 

Suggerimenti:
– questi biscotti sono morbidi e friabili e sono ottimi anche da mangiare così in purezza;
– li trovate in farmacia o nei negozi specializzati nella vendita di prodotti senza glutine.

A presto
Stefania Oliveri

You Might Also Like

9 Comments

  • Reply
    Emanuela
    20 giugno 2013 at 11:32

    Uau! Che Forno Star!!! Complimentissimi!
    I savoiardi sono anche senza lattosio? Un abbraccio

  • Reply
    Sonia
    19 giugno 2013 at 16:51

    l'eco del tuo meritato successo arriva ai 4 angoli del mondo celiaco e non ed è un'emozionante esperienza! congratulazioni davvero, ma non ho mai dubitato che sarebbe andata alla grande!
    la ditta senzaltro fa un sacco di prodotti ottimi, non posso lamentarmi di nulla e il tuo bel zuccotto parla da solo 😀

  • Reply
    Anna Luisa e Fabio
    19 giugno 2013 at 9:03

    E' il destino delle stars! 😀
    Ma lo vogliamo anche noi l'autografo e vogliamo anche assistere ad una presentazione 🙂
    il dolce è bellissimo anche così.

    Fabio

  • Reply
    Anna Lisa
    19 giugno 2013 at 6:22

    Non li conoscevo!
    E' bellissimo lo zuccotto tesoro, e son felicissima per te e il tuo libro.
    Hai realizzato un sogno e te lo meriti 🙂

  • Reply
    Fabiana Del Nero
    18 giugno 2013 at 22:43

    Ma guardala!
    Guarda come se la spassa la Forno Star, guarda come firma e come sorride la biondina….va che soggetto la "timidina"…..seeeeee!!!

    Vabbè, portati in Liguria che è tempo:)))))))

  • Reply
    Andrea
    18 giugno 2013 at 18:24

    Ancora Auguri per il libro! Con questo zuccotto l'occhio non sarà appagato, ma il palato sicuramente si! Un abbraccio

  • Reply
    Acquolina
    18 giugno 2013 at 10:39

    ma ti capisco, chissà che soddisfazione!
    buonissimo il dolce, io uso moltissimo il congelatore 🙂

  • Reply
    Stefania
    18 giugno 2013 at 8:46

    ti ci vedo benissimo tra presentazioni, microfoni e "abbigliamento casual" ….

  • Reply
    EliFla
    18 giugno 2013 at 7:36

    Ma grazie a te Stefania, per averci fatto trascorrere un bel weekend e soprattutto perché grazie a te ci stai facendo capire ed imparare che gluten free si può!! Baci e buon mare, Fla

  • Leave a Reply