Antipasti/ Autunno/ Inverno/ Primavera

Brisé senza glutine spinaci e ricotta e il vero significato della Pasqua…

(In questo post: Brisé senza glutine spinaci e ricotta)

English version below

Un mese difficile. Lungo e difficile.
A parte che il detto “aprile, dolce dormire”, pare che per me, sia del tutto confermato, ho una stanchezza atavica.
Ho sonno, tanto sonno e stanchezza.
Mi sento talmente stanca che pure la mattina, appena sveglia sono già stanca.
Mi sono sempre detta che aprile per me era davvero difficile, perché gli impegni a scuola si triplicano.
Ci sono i consigli di classe, i ricevimenti dei genitori, la consegna delle pagelle intermedie…
Ma quest’anno, quanto meno come insegnante, tutto questo non c’è stato.
E allora, perché sono così stanca?
Quest’anno ho forse capito che il motivo della mia grande stanchezza non è dovuta al mio lavoro…
Il problema, in realtà, riguarda la scuola, ma… dei miei figli.
Finalmente, quest’anno del pargolo n.1 non ho più il ricevimento. EVVIVA!!!
Purtroppo rimangono il n.2 e il n.3.
E però, il povero cucciolo n.3, finalmente, mi dà soddisfazioni a scuola (meglio tardi che mai!).
Il n. 2, invece, non solo continua a non cambiare, ma, se è possibile, è pure peggiorato.
Quest’anno, a peggiorare, ci si è messo di mezzo l’innamoramento e lui, che di solito è stato mezza testa, adesso non ce l’ha proprio più.
Cammina a mezz’aria, è assente e distratto, ha un sorriso da ebete, non risponde quando gli si parla e tutto quello che fa (che fa?), in realtà non lo fa!
Compresi i compiti!
Compreso andare a scuola!
Così una settimana fa, sono stata chiamata dal coordinatore della classe che, allarmato, mi ha esposto la situazione “grave” di mio figlio.
Il professore, che finalmente è una ottima persona che ti mette a tuo agio (non come gli anni precedenti) e ti sorride, anche se compassionevole.
Mi parla, io gli parlo e alla fine mi dice: “forse, signora, siete dei genitori troppo presenti…”
Mi ritornano in mente tutte le volte che sono e siamo passati per disgraziati che non ci siamo mai occupati dei pargoli… E siccome, non penso mai prima di parlare, glielo dico pure…
Mi guarda, ancora più compassionevole e mi dice: “sono padre anche io, di due maschi, e so di cosa parla…”
Mi scaturisce subito una domanda, anzi un vero slancio di generosità, e gli domando: “non è che vuole arrivare a tre figli maschi? Io glielo cedo volentieri!!!”
 
In ogni caso, fra poco è pasqua e poi viene pure pasquetta, e, anche se a Pasqua nessuno ti chiede di essere più buono, per adesso, comunque risparmierò il pargolo, perché uno spargimento di sangue c’è stato già e ho deciso che nostro Signore ha pagato anche per lui… Così vi propongo, non un secondo di carne (umana), ma una quiche, vegetariana, una brisé senza glutine, che vi potete portare dietro, anche per le vostre gite fuori porta. 
La ricetta, anche questa, è della mia bravissima amica, e come lei ho deciso di usare una brisé senza glutine e non una sfoglia. Ovviamente la mia brisé è senza glutine, ma vi assicuro che è talmente buona con questo mix, che non vi piacerà più quella col glutine!
 
brisè spinaci e ricotta 2786 b

Brisé senza glutine spinaci e ricotta

  
Questa ricetta cade proprio a fagiolo per le festività che si avvicinano e ho pensato di partecipare al contest che la Sarchio ha organizzato per l’occasione. I motivi sono tantissimi. 1. Sono davvero di una bontà più unica che rara; 2. ho utilizzato ingredienti bio e di ottima qualità (la ricotta di pecora delle Madonie e gli spinaci appena raccolti dal contadino, alleggerendo la ricetta originale che prevedeva anche il mascarpone; 3. quella colombina, al centro della quiche, ricoperta di semi di papavero sono garantiti bio, come tutti i prodotti della Sarchio!



Torta salata spinaci e ricotta di Stefania Profumi & Sapori

Una confezione di pasta brisè 

Pasta Brisèe Senza Glutine
200 g. di farina senza glutine (io ho usato il mix composto da 100 g farina di riso integrale, 50 g farina riso finissima, 50 g tapioca)
100 g. di burro
60 ml di acqua fredda
1 cucchiaino di xantano
un pizzico di sale


ripieno

500 gr di spinaci freschi
una confezione di mascarpone (sostituita tutta con ricotta)
200 gr di ricotta fresca di pecora
parmigiano
semi di papavero Sarchio (mia aggiunta per dare il croccante)
sale e pepe

Io ho fatto delle monoporzioni. 
Ho impastato la brisè e l’ho fatta riposare circa 20 minuti in frigo. L’ho stesa e ho bucherellato il fondo con una forchetta. 
Nel frattempo ho cotto gli spinaci in padella senza aggiungere altra acqua, se non quella che trattengono gli spinaci lavati. Poi li ho lasciati freddare, li ho strizzati e tritati col coltello. 
In una terrina ho amalgamato la ricotta, gli spinaci, un po’ di parmigiano, sale e pepe e poi ho versato tutto questo ripieno sulla base. Con una formina ho ritagliato una colomba che ho spolverizzato con i semi di papavero e ho cotto in forno per circa 20 minuti a 210°.Ottime veramente anche da fredde.Con questa ricetta partecipo a The Recipe-tionist di Cuocicucidici

 
 
E, se volete farmi vincere (e lo volete, vero???), potete votare la mia ricetta su Facebook a questo link della Sarchio!!!
Mi raccomando, VOTATEMI! 
 
 
 
 
Spinach and ricotta pie
Gluten free pastry crust
200 g . gluten free flour (this mix: 100 g brown rice flour , 50 g fine rice flour , 50 g tapioca)
100 g of butter
60 ml cold water
1 teaspoon xanthan gum
a pinch of salt
 
For the filling
500 g fresh spinach
750 g fresh sheep’s ricotta
parmesan
Some poppy seeds
salt and pepper
 
I mixed all the ingredient to make the pastry crust and I let it rest for about 20 minutes in the fridge. 
Meanwhile, I cooked the spinach in a pan without water, I let them cool , I’ve squeezed and chopped with a knife .
In a bowl, I mixed the ricotta, spinach, some parmesan cheese, salt and pepper and then I poured all the filling on the base, previous stretched. With a mold , I carved a dove that I sprinkled with poppy seeds and cooked in oven for about 20 minutes at 210 degrees.
 

Vi è piaciuta questa ricetta? Restiamo in contatto, mettete MI PIACE alla mia pagina

 

 

 
A presto
Stefania Oliveri
Rating: 5.0/5. From 8 votes.
Please wait...

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply
    Giusi
    18 Maggio 2014 at 14:43

    ciao, buonissime e bellissime da vedere! le vorrei provare ma… cos'è il cantano? Grazie Giusi (http://www.giuliamaria.it/)

    No votes yet.
    Please wait...
    • Reply
      Forno Star
      18 Maggio 2014 at 17:40

      Il correttore automatico mi ha cambiato la parola cantano in cantano… Grazie ora sistemo 🙂

      No votes yet.
      Please wait...
  • Reply
    Chiara Setti
    17 Aprile 2014 at 5:58

    In effetti non deve essere facile con tre maschi…..ma tu sei una super mamma no? 😉
    Buonissima la quiche!!! Bacio

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Mirtilla
    16 Aprile 2014 at 18:40

    che meraviglia!!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Luna Nera Azzurra
    16 Aprile 2014 at 14:01

    Tutte le volte che passo da qui so che andrò via con un forte languorino!!! 😀 bellissimissime le tortine salate, le faccio anch'io ma mai glutenfree… devo assolutamente provare. Brave, tu e Stefy

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    valentina-latte dolce fritto
    16 Aprile 2014 at 12:57

    Mamma mia, io ne una sola, femmina e piccola… quindi sono lontana da questi problemi, ma da mamma ti capisco, e forse come prof per te è ancora più difficile… Io posso solo dirti che in terza liceo ho fatto come il tuo pargolo: innamorata come un'ebete e perennemente distratta. oltretutto non andavo a scuola. Ma poi l'anno dopo è passata… mi sono diplomata alla grande e ho anche continuato 😉
    Grande ricetta, come tutte quelle che ho trovato nella cucina di Stefania!
    Ciao!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Eleonora Gambon
    16 Aprile 2014 at 12:28

    Uff, temo la scuola…fortuna che i miei sono ancora piccoli, ho ancora qualche anno di pace!!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Chez Gaspar
    16 Aprile 2014 at 10:14

    io voglio votarti!!! ma non ti trovo al link della Sarchio!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    flavia galasso
    16 Aprile 2014 at 9:48

    Ricetta perfetta oserei dire, solo che non mi si dà la possibilità di assaggiare ..e non mi piace sta cosa! Per Pargolo n.2 …… parla con la morosina…magari lei lo aiuta a non essere rimandato!
    baci e buona Istanbul!! Flavia

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Valentina
    16 Aprile 2014 at 9:45

    Ottima ricetta…da provare!
    http://www.campiflegrei.na.it/index.php/category/gastronomia

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Stefania
    16 Aprile 2014 at 9:38

    hai scovato una ricetta vecchia, ma così vecchia, che nemmeno ricordavo di averla. E inorridisco al pensiero della "confezione" di pasta brisè che acquistavo in grandi quantità all'epoca.
    Non ho quindi difficoltà a crederti, quando dici che è buona! Ci credo, eccome se ci credo!!!
    Grazie ancora (la terza) per questa partecipazione. E so già di dovermi preparare per la quarta!!!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Marilena wolf
    16 Aprile 2014 at 8:31

    Bellissima questa quiche! e poi Stefi credo che tu abbia la forza di un leone per star dietro a 4 uomini sola soletta!Bravissima!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Leave a Reply