Lievitati/ Senza categoria

Pane integrale alle albicocche e noci pecan e con prugne e nocciole svedese

La Svezia mi è entrata nel cuore, come quasi ogni paese straniero che visito.

Mi lascia per giorni, per mesi e anche per anni una nostalgia che mi porta a pensare di voler tornare e tornare e tornare.
Il motivo, però, non è sempre lo stesso.
Per cui, alla fine, potrei anche costruire una nazione perfetta, fatta con le cose migliori di ogni paese che ho visitato.
Della Svezia, oltre alla bellezza e alla rilassatezza del paese, mi ha conquistato il cibo.
Come??? Il cibo? Io che sono italiana e abbiamo il cibo migliore del mondo? (vi avverto, però ne è convinto tutto il mondo di avere il cibo migliore!)
Ebbene sì, il cibo e non sono pazza.
Perché finalmente l’ho potuto assaggiare!
Mai come in Svezia sono riuscita ad apprezzarne i sapori, perché, finalmente, ho trovato un paese aperto e sensibile a chi ha delle intolleranze o “delle fisime”, come qualcuno giudica delle scelte alimentari.
Così, tornata a casa, ho potuto ricreare dei sapori, sapendo bene a cosa ispirarmi, senza buttarmi alla cieca…
Questo pane, e tutti gli altri che ho fatto, sono meravigliosi, i più buoni mai mangiati e sperimentati.
Le foto di quello con albicocche e noci pecan, si sono perse nei meandri delle foto del mio computer, soprattutto perché è stato fatto quando la mia macchina fotografica era rotta…
Se le ritroverò, ve le mostrerò, altrimenti dovrete credermi sulla fiducia!
Questo è il pane con prugne e nocciole
Siccome il procedimento è lo stesso, metterò solo gli ingredienti che ho variato

Pane alle albicocche e noci pecan o prugne e nocciole o mirtilli
350 g farina Nutrifree Fibra+
100 g Farina Piaceri Mediterranei

50 g farina di grano saraceno Nutrifree
120 gr di lievito madre
350 gr di acqua
3 cucchiai di olio
1 cucchiaino di sciroppo d’agave
10 gr di sale
150 gr di albicocche secche
semi di girasole
noci pecan

oppure

250 g farina per pane Piaceri Mediterranei
250 farina Nutrifree Fibra+
mirtilli rossi essiccati

oppure
315 g Pandea preparato per pane
185 Mix Brot
160 lievito madre
50 g di nocciole
90 prugne secche denoccilate
30 g semi di girasole

Nella planetaria ho lavorato le farine, il lievito madre, lo sciroppo d’agave e l’acqua, a poco a poco. Ho poi aggiunto un cucchiaio d’olio e il sale e lavorato ancora per qualche minuto.

Il passo successivo è stato unire anche le albicocche secche tagliata a dadini, i semi di girasole e le noci pecan, amalgamando nuovamente il tutto (ovviamente nelle altre versioni ho aggiunto l’altra frutta secca). L’ho fatto riposare un’ora in una ciotola ricoperta con la pellicola. Ho fatto lievitare per 10 ore sempre con telo da cucina umido sopra.

Trascorso questo tempo ho dato all’impasto una forma da pagnotta e l’ho messo sulla teglia del forno, preventivamente ricoperta con carta da cucina. Ho bagnato leggermente la superfice con un pennello da cucina e ho distribuito sopra i semi di girasole.

Ho fatto lievitare per altre 2 ore.

Ho cotto in forno preriscaldato a 250°C per 10 minuti, poi a 220°C per altri 10 minuti, infine per 15 minuti a 200°C.
Risultato sempre perfetto!

Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (Fri)Day #GFFD che oggi sostiene il #GMA2014 ‪#‎GMA2014‬. Se volete vedere tutte le ricette finora realizzate, potete andare qui e se volete seguirci anche su FB cliccate un bel MI PIACE qui. E qui trovate la vincitrice di oggi!

e alla raccolta Panissimo  di “Bread & companatico” e “Sono io, Sandra”, delle ormai famose ideatrici di PANISSIMO Barbara e Sandra, ospitato questo mese da  “De Gustibus Itinera” di Maria Teresa.

A presto
Stefania Oliver

You Might Also Like

19 Comments

  • Reply
    Cristina Popa
    31 ottobre 2014 at 15:29

    Wow!!!Questa ricetta è un vero INCANTO!!!!! Io adoro il pane in generale ma questo è una FAVOLA!!!!
    Sei un mito Stefania, Brava e W la Svezia!!!
    Buon fine settimana!!

  • Reply
    sandra pilacchi
    24 ottobre 2014 at 10:37

    che ti dico io?
    già questa preparazione è difficile con le farine normali, figurati con le senza glutine!
    una maga!

  • Reply
    Ketti
    20 ottobre 2014 at 21:10

    si sente da qui il profumino!! pane,nocciole e frutta secca sono davvero invitanti 😀
    un caro saluto a presto
    ketti

  • Reply
    La Cassata Celiaca
    19 ottobre 2014 at 17:53

    Panissimo anche tu? ottimo, aumenta il popolo gf!!

  • Reply
    Peanut
    18 ottobre 2014 at 10:12

    Non immaginavo che la Svezia fosse così aperta sul fronte intolleranze o "fisime" (-_-)! Sarà il caso di far visita a quella mia cugina svedese che non vedo quando eravamo bambine?!

    Questo pane è una meraviglia! Non ho mai visto pani senza glutine belli così! Ho trovato un forno specializzato ma in tutti c'era uovo o latte..eh, così son bravi tutti! Ne voglio una fetta!!

  • Reply
    patrizia vendramin
    18 ottobre 2014 at 8:04

    Hai ragione, i pani del Nord Europa sono eccezionali. Questo deve essere ottimo anche da solo per assaporare a pieno l'aroma della frutta secca!
    Complimenti, a presto

  • Reply
    Chiara Inversi
    17 ottobre 2014 at 20:48

    Ogni volta che leggo i tuoi articoli vengo rapita, e la mia mente inizia a viaggiare seguendo le tue parole e la mia immaginazione.
    Questa ricetta mi fa venire l' acquolina in bocca, e non solo per qusntp iguarda il cibo. Ho anche fe di sapienza, conoscenza, abilità.
    Complimenti Stefania.
    ;*

  • Reply
    Itinera De Gustibus
    17 ottobre 2014 at 19:53

    Grazie per questo blend di sapori e profumi accattivanti!
    E grazie per il tuo contributo a Panissimo di ottobre
    un caro saluto
    Maria Teresa

  • Reply
    La Greg
    17 ottobre 2014 at 17:19

    meraviglioso questo pane con tutta quella frutta secca e la farina di grano saraceno…lo vedrei bene anche con un formaggio!

    • Reply
      Stefania FornoStar Oliveri
      17 ottobre 2014 at 20:32

      Guarda, lo abbiamo assaggiato con tutto… sta bene con ogni cosa e perfino lo schizzinoso di casa, il pargolo n.3 l'ha mangiato e l'ha gradito 😉

  • Reply
    Mimma e Marta
    17 ottobre 2014 at 16:10

    Stefania!! 🙂 oggi è la piccola che ti scrive! Intanto…dove sei riuscita a trovare le noci pecan?? Le ho cercate per tutti i supermercati di Palermo, ma non riesco proprio a trovarle 🙁
    Per quanto riguarda il cibo, ti credo benissimo. Nonostante si dica che qui in Italia si mangi meglio che altrove, io posso dire di aver sempre sprezzato le cucine dei paesi che ho visitato, specie quelle nordiche. In Germania, ad esempio, è impossibile non trovare un supermercato che non sia fornito anche di numerosissime alternative vegetali alla carne o, comunque, di un vasto reparto biologico.
    E i pani, i pani nordici sono qualcosa di meraviglioso, un sapore unico, forte e intenso, ricchi di semi e frutta secca!
    Questo pane, non appena trovate le noci pecan, si presenterà sulla nostra tavola, stanne certa! :-*

    • Reply
      Stefania FornoStar Oliveri
      17 ottobre 2014 at 20:31

      Purtroppo le noci pecan non le ho prese a Palermo, ma a Catania al mercato alla Pescheria, che è super fornito! E ogni volta che ci vado faccio grandi scorte…
      E sì, è vero, il pane nordico è una meraviglia!!!

  • Reply
    spuntiespuntini senza glutine
    17 ottobre 2014 at 12:50

    E si…quando si visita un nuovo paese, il ritorno a casa ti lascia una certa nostalgia. Tuttavia restano i ricordi e la voglia di continuare a viaggiare e scoprire nuovi posti e nuovi gusti. Brava Stefy 😉 Buon 100% GFFD

  • Reply
    Acquolina
    17 ottobre 2014 at 11:11

    immagino che viaggiare sia un problema e quando si trovano prodotti sicuri sia un vero sollievo, mi piacerebbe andare in Svezia, tanti se ne sono innamorati!
    Buonissimo il tuo pane con la frutta secca, ha un aspetto così invitante ;-P
    bacione
    Francesca

    • Reply
      Stefania FornoStar Oliveri
      17 ottobre 2014 at 20:29

      sì, in certi paesi è un problemone, anche se non mi ha mai scoraggiato… ma parto sempre con una valigia in più :/

  • Reply
    Michela Sassi
    17 ottobre 2014 at 8:02

    Non ho mai visitato la Svezia, ma dalle tue parole e dal tuo splendido pane non posso che amarla… complimenti cara, un abbraccio

  • Leave a Reply