Dolci/ Primavera/ Stagioni

Ho sentito una voce e ho solo risposto!

(Torta al cioccolato, caramello salato e mirtilli)

Mi chiamavano dallo scaffale.

Stavano in basso, neanche troppo in vista, ma mi chiamavano e li ho visti. 

Hanno sbattuto le ciglia, come nella migliore tradizione fanno tutti i mirtilli, è notorio, e intonato canti che neanche le sirene di Ulisse sono in grado.

E io, che legata non ero, non ho resistito.

Da lì, un precipitare.

Mirtilli chiamano cioccolato.

Cioccolato chiama caramello salato e il carrello della spesa, in un batti baleno, come per incanto, si è trasformato in un vascello carico di ogni ben di Dio, neanche dovessi affrontare i caldi mari dei Caraibi, novella Jack Sparrrow, e tutte le disavventure dell’1, 2, 3, 4 e 5 messi insieme.

Insomma ho sentito la voce ed ho risposto, mi chiedo solo perché non riesco mai a sentire la mia coscienza…

torta cioccolato con caramello e mirtilli Cardamomo & co 2042Insomma, benché abbia dovuto nascondere l’intero bottino di cose inutili comprate al supermercato, che neanche il vascello fantasma è così bravo a celarsi, alla fine, ne è venuta fuori questo tripudio di cioccolato.

Che dite, ho fatto bene a cedere alla tentazione? D’altro canto di qualcosa si deve pure morire… e il naufragar mi è dolce in questo mar.

Tripudio di cioccolato con caramello e mirtilli 2037

Ne è nata questa torta, che è una rivisitazione di una torta vista qui.

Del caramello salato ne sono ormai addicted, del cioccolato, ça va sans dire, il cruch l’ho sostituito con la frutta. Secondo me i mirtilli sono perfetti (anche col salato), ma potete provare anche con altra frutta di stagione come le fragole o altri frutti di bosco. 

Se volete rifare le mie ricette, fatemelo sapere e taggatemi anche su Instagram, dove mi trovate come @stefaniafornostar

torta cioccolato con caramello e mirtilli Cardamomo & co 2047

 

Tripudio di cioccolato, caramello salato e mirtilli
Serves 10
Un tripudio di cioccolato, formato da una base di pandispagna al cacao, una crema al cioccolato fondente e una cascata di mirtilli.
Write a review
Print
Prep Time
40 min
Cook Time
40 min
Prep Time
40 min
Cook Time
40 min
Ingredients
  1. Pandispagna al cacao
  2. 6 uova
  3. 120 g di zucchero Demerara
  4. 105 g farina di riso
  5. 3 cucchiai di cacao amaro in polvere
  6. 3 cucchiai di farina di tapioca
  7. Ripieno di crema al cioccolato
  8. 350 g cioccolato fondente al 60%
  9. 375 g di panna fresca
  10. 1 1/2 cucchiaino di essenza di vaniglia bourbon
  11. 3 cucchiai zucchero a velo
  12. Caramello salato
  13. 2 cucchiaini di sciroppo di agave
  14. 4 cucchiai d'acqua
  15. 100 g di zucchero semolato
  16. 125 g di panna
  17. 1 cucchiaino di vaniglia
  18. 1 cucchiaino di sale marino integrale
  19. 1 cucchiaino succo di limone
  20. Mirtilli per guarnire
Instructions
  1. Preriscaldate il forno a 170 ° C.
  2. Foderate la base e i lati tortiera tonda di un 20 cm con carta da forno.
  3. In una piccola ciotola mescolate la farina di riso, il cacao e la farina di tapioca.
  4. Sbattete gli albumi e appena cominciano a montare, aggiungete lo zucchero in due volte, quindi aggiungete i tuorli, uno alla volta. Battete fino a quando il composto sarà spesso e lucido.
  5. Riducete la velocità del frullatore (planetaria, frullino) al minimo e, in tre volte, aggiungete la farina e il cacao e mescolate fino a quando tutto sarà incorporato.
  6. Versate il composto nello stampo preparato e cuocete sul ripiano centrale del forno per 35-40 minuti, o fino a quando lo stecchino esce pulito.
  7. Togliete dal forno e lasciate raffreddare su una gratella nella teglia per 5 minuti, quindi sollevate delicatamente la torta e lasciate raffreddare completamente (ci vorranno circa 30 minuti).
  8. Una volta raffreddato, staccate delicatamente la carta da forno e con un coltello seghettato, tagliate la torta in tre strati (se ci riuscite, altrimenti in due).
  9. Mentre la torta si raffredda, preparare il ripieno di crema al cioccolato.
  10. Tritate finemente il cioccolato e mettete in una ciotola. Aggiungete ⅛ tazza di panna mettete al forno a microonde per 20 secondi, quindi mescolate delicatamente fino a quando il cioccolato è sciolto e il composto forma una ganache lucida
  11. Mettete la crema in un mixer e aggiungete l'essenza di vaniglia e lo zucchero a velo.
  12. Sbattete fino ad ottenere una densità desiderata, cioè densa, ma non esagerate perché altrimenti potrebbe impazzire.
  13. Mettere in frigo fino al momento dell'uso.
  14. Preparate il caramello salato
  15. Mettete lo sciroppo di agave, l'acqua e lo zucchero semolato in una casseruola media, con fondo spesso e mescolate.
  16. Mettete sul fuoco moderato e portate ad ebollizione. Una volta che il composto inizia a bollire, non mescolate più perché lo zucchero potrebbe cristallizzare. È possibile ruotare delicatamente la pentola ogni tanto, se dello zucchero rimane attaccato alle pareti.
  17. Continuate a far bollire fino a quando non si addensa e si trasforma un bel colore marrone caramello (attenzione perché scurisce in fretta quindi non distogliete lo sguardo, mi raccomando).
  18. Spegnete il fuoco e lentamente aggiungete la panna riscaldata, la vaniglia, il sale e il succo di limone e mescolate con una frusta. Comincerà a bollire per un momento, ma non preoccupatevi, e continuate a mescolare.
  19. Se, per caso, ci saranno dei pezzi di caramello non sciolti, rimettete tutto sul fuoco a fiamma bassa, e mescolate fino a quando non diventa ben liscio.
  20. Lasciatelo raffreddare
  21. Assemblate la torta.
  22. Inserite il primo strato di torta sul fondo su un piatto di portata e cospargete con metà (o 1/3) della crema al cioccolato. Inserite un altro disco e altra crema e livellate bene.
  23. Ripetete fino ad esaurimento dei dischi.
  24. Versate la salsa al caramello salato sulla torta e fatela sgocciolare ai bordi.
  25. Sciacquate i mirtilli e cospargeteli sulla superficie.
Notes
  1. - La ganache al cioccolato si può anche fare questo in un pentolino su fuoco molto basso, mescolando per evitare che il cioccolato si attacchi, oppure scaldate la panna e inserite il cioccolato a fuoco spento.
  2. - Si conserva per un massimo di 3 giorni, dentro il frigo, coperta da una campana.
Cardamomo & Co. http://www.cardamomoandco.it/
Tripudio cioccolato, caramello e mirtilli college

Avvertimento:

questa torta non è adatta per chi segue un regime dietetico ipocalorico e nuoce gravemente a giro vita, cosce e glutei, ma giova grandemente allo spirito e all’umore.

E non dite che non vi avevo avvertito!

mirtilli 2049

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply
    Audrey
    30 maggio 2015 at 12:08

    sbavo!!! questa devo assolutamente rifarla è troppo una goduria!!!
    buon week-end Un abbraccio

  • Reply
    tiziana
    28 maggio 2015 at 20:42

    come sei poetica… aahhhaahh.. non sapevo che mirtilli chiamassero cioccolata, sarà che ogni volta che li compro finisco per mangiarli subito tipo pop corn 🙂 in ogni caso la tua torta è stra golosa, e prima o poi farò anche il caramello salato che dev’essere una cosa fuori dal mondo!!!! un bacione

  • Reply
    Abbe @ This is How I Cook
    28 maggio 2015 at 17:08

    What a decadent cake!

  • Reply
    Francesca
    28 maggio 2015 at 1:14

    purtroppo io le voci le sento dappertutto. Oggi perfino in farmacia mi hanno chiamata. Parlavano dell’offerta 3X2 dei solari e di spazzolini da denti super cool.
    Certo, se le voci le senti al supermercato e ti viene fuori una roba così, meglio.
    Ma per intenderci, mai una volta che mi ricordassi di portare dei tappi.
    Fantastico richiamo, fantastica tu!
    Smuack!

  • Reply
    Letizia Sodini
    27 maggio 2015 at 20:19

    Meno male che senti e dai “corda”alle vocette…. adesso posso dormire serena 🙂

  • Reply
    saltandoinpadella
    26 maggio 2015 at 10:32

    Hai fatto benissimo!! anzi sarebbe stato un delitto non rispondere a questa richiesta di aiuto

  • Reply
    Laura e Sara Pancetta Bistrot
    25 maggio 2015 at 23:49

    Peccaminosa, ma divina questa torta!!!!! Bello lasciarsi incantare dagli ingredienti al supermercato….il risultato è da svenimento!!!! 🙂

  • Reply
    Mimma e Marta
    25 maggio 2015 at 22:00

    L’ho sentita pure io la voce ed eccomi qui quindi pronta a gustare questa bontà senza fine! Ma se io ti chiamo e te ne chiedo una fetta che mi rispondi?

  • Reply
    manuela
    25 maggio 2015 at 20:51

    In questo caso … chi se ne frega del girovita : ma sai che gioia dopo una fetta di questa meraviglia ? Brava Stefy … cadi più spesso in tentazione! Buona serata

  • Reply
    Sonia
    25 maggio 2015 at 19:09

    ehhh io le voci le sento di continuo mannaggia a me! non c’è posto in cui io possa nascondere gli ingredienti che quelli mi chiamano sempre e io cedo! hai fatto bene è bellissima!

  • Leave a Reply