Primi/ Tutorial/ Vegan/ Video

Busiate (pasta) senza glutine e senza uova

Busiate (pasta) senza glutine e senza uova

Busiate è il nome di un formato di pasta, senza uova, trapanese.

Io le conosco da quando sono piccola, visto che ho abitato lì. 

Ma non le avevo mai fatte. Figuriamoci senza glutine…

Poi l’avvento.

Il tour nella Sicilia Occidentale. E l’esperienza fatta con l’impasto glutinoso, dove ho imparato la tecnica per farli.

Anticamente si utilizzava il buso, da questo il nome della pasta, che altro non è che lo stelo della pianta dell’ampelodesmo (chiamata anche disa o saracchio), secco, che anticamente utilizzavano per fare le busiate.

Questo però è facilmente sostituibile con uno stecchino lungo. Certo, il fascino non è lo stesso, ma il risultato lo si porta a casa ugualmente.

Busiate senza glutine e pesto trapanese 6226

Busiate con pesto alla trapanese

Così, qualche giorno fa, in un raptus di pazzia (e tappatevi la bocca sul fatto che non sia solo uno il raptus, e che non si tratti solo di raptus), uscendo da scuola, sono arrivata a casa e ho deciso che era arrivato il momento di provarci, a farli gluten free. Perché per mangiarle, le avevo già mangiate, grazie allo chef Francesco Pinello, che me le aveva preparate prima di cominciare il corso, per evitare contaminazioni, così anche io ho potuto gustare questo piatto meraviglioso.

L’esperienza di pasta senza glutine e senza uova l’avevo già (qui trovate i miei pici), per cui senza tema, mi sono lanciata nell’esecuzione.

Ovviamente ci vuole mooooooolta pazienza. Ma se vi fate aiutare o ci prendete la mano (più di me), riuscirete a finire in mezz’ora… A San Vito io ho visto la macchina per farle e me ne sono subito innamorata… Per adesso faccio a mano, vedremo nel futuro 😀

E se non bastasse, vi ho fatto anche il video, perché una cosa è vedere, una cosa è descrivere il processo.

E poi non dite che non vi penso!

 

Buscate senza glutine con pesto alla trapanese
Serves 4
Pasta fresca senza uova e glutine, le usiate, condite con un ottimo pesto alla trapanese
Write a review
Print
Prep Time
30 min
Cook Time
4 min
Prep Time
30 min
Cook Time
4 min
Per la pasta
  1. 250 gr. mix per pasta fresca Le farine dei nostri sacchi
  2. 120/135 ml acqua
  3. 10 ml olio extra vergine di oliva
  4. un pizzico di sale
  5. per il pesto
  6. 100 g di mandorle spellate
  7. 1 spicchi d’aglio (io ho sostituito con un piccolo scalogno)
  8. 2 bei mazzi di basilico (bio)
  9. 4 filetti di acciuga sott’olio
  10. 450 g pomodorini ciliegino
  11. olio extravergine d’oliva (abbondante)
  12. sale
Instructions
  1. Mettete la farina dentro una ciotola facendo un buco al centro, dove mettere l’olio e l’acqua.
  2. Con una forchetta cominciate a mescolare, prendendo un po’ di farina dai lati e portandola al centro.
  3. Quindi mettete tutto su una tavola di legno e impastate (brevemente) fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico.
  4. Fate riposare qualche minuto avvolto nella pellicola. L’impasto tende a seccarsi, per cui lasciatela dentro l’involucro di pellicola fino al suo uso.
  5. Anche in questo caso la percentuale di acqua può leggermente oscillare a seconda del mix prescelto, quindi regolatevi ad occhio.
  6. A questo punto prendete piccoli pezzi di impasto e fate dei salsicciotti che dovete stendere con le mani fino a farli diventare sottili, con una dimensione di circa 0,5 cm e lunghi 10 cm circa.
  7. Mettete l'impasto per pedicolare davanti a voi e con uno stecchino cominciate ad arrotolare l'impasto (come si vede nel video).
  8. Lasciate riposare quando finite tutto ben spolverizzate di farina.
  9. Nel frattempo preparate il condimento e fate bollire abbondante acqua salata.
  10. In un frullatore mettete le mandorle, l’aglio (o lo scalogno) e tritate.
  11. Con le lame ancora in azione mettete le foglie del basilico lavate, le acciughe sgocciolate, i pomodorini e l’olio e frullate ancora. Assaggiate e regolate di sale.
  12. Scolate la pasta con un mestolo forato direttamente in una grande ciotola con il condimento, ma tenete da parte una tazza di acqua dell’acqua.
  13. Condite la pasta con il pesto e amalgamate bene, aggiungendo altro olio e l’acqua della pasta (se necessario).
Notes
  1. La farina, che ho usato, è una farina siciliana, anzi palermitana, per cui ne sono particolarmente orgogliosa.
Cardamomo & Co. https://www.cardamomoandco.it/
Busiate con pesto alla trapanese

Busiate (pasta) senza glutine e senza uovaBusiate (pasta) senza glutine e senza uova

 

La pasta senza uova si fa un po’ dovunque in Italia e se volete vedere come si fa, mi piace segnalarvi alcune versioni col glutine , che però ben presto voglio rendere gluten free, come quella di Teresa maccaruna calabresi,  i maccheroncelli di Rosa, ma anche, i ravioli capresi di Maria. E se li sglutinerete prima di me, scrivetemi 🙂

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply
    dody
    30 maggio 2016 at 23:32

    Ciao Stefania, ti seguo da un pò ma è la prima volta che commento. Questa ricetta è fantastica, guardandola mi ha ricordato le ottime ricette di pasta fatta in casa che preparava mia madre e che io mangiavo volentierissimamemte prima di scoprire di essere celiaca.(Perdonami la parola non proprio corretta, ma esprime perfettamente il gusto con cui la mangiavo).Ma bando alle ciance. Ho scoperto di essere celiaca quasi trenta anni, dopo il primo momento di smarrimento(MOLTO FORTE) ho cominciato ad organizzarmi in cucina.Primo perchè mi è sempre piaciuto pasticciare, secondo perchè i prodotti sglutinati
    dell’epoca erano terribili.Perdonami, sono una chiacchierona. Per finire volevo dirti che ti trovo affabile e simpatica,bel sito,amo Palermo e tutta la Sicilia.Ciaooooooooo.-

  • Reply
    Valentina
    27 maggio 2016 at 11:09

    Mamma mia che bontà…!
    L’anno scorso sono stata in Sicilia e quante ne ho mangiate! Mi mancano ma con la tua ricetta ho la possibilità di ritrovare un po’ di sapori siciliani a tavola!
    Bravissima!

  • Reply
    Maria Romano
    25 maggio 2016 at 15:44

    Vorrei proprio imparare, bello il video!

  • Reply
    manuela
    24 maggio 2016 at 17:20

    Grazie Stefy, io le adoroooooooo!!!!!! Voglio assolutamente provare a farle!! un abbraccio grande!

  • Leave a Reply