Antipasti/ Autunno/ Inverno/ Light/ piatti unici/ Stagioni

Pizza di cavolfiore, senza farina e light

Pizza di cavolfiore, senza farina e light

Non ho più caffè.
Supplisco col tè.
Non ho più limoni.
Ma domani il mio fratellone me li porta bio del suo giardino.
Non ho più nemmeno il sapone per l’igiene intima…
Ok, supplisco col bagnoschiuma.
Non ho nemmeno il sapone per i piatti.
Cerco su internet una alternativa casalinga.
Non ho più nemmeno alcol (spirito) e cotone idrofilo.
Per fortuna ce l’aveva la signora che è venuta a farmi le analisi.
Non ho più pinoli e per una sicula equivale a non avere aria.
Non ho nemmeno più zucchero, cioccolato, semi vari, e frutta secca di nessun tipo…
Questo è meno grave, ma se pensate alla mia dispensa di un tempo…
Il fatto è che non ho più nemmeno tempo e quando ho tempo è perché sto male..
E però avevo un cavolfiore. E pure bello grande.
Io adoro il cavolfiore, e anche il pargolo n.2. Ma i pargoli n. 1 e 3 lo odiano. Esattamente come il n. 2 odia i fagioli. E io che faccio? Li trasformo!
E così ho trasformato anche il cavolfiore. Non ancora in una torta, come per i fagioli, ma alla pizza ci sono arrivata… ed ecco come!

Pizza di cavolfiore

Pizza di cavolfiore

Pizza di cavolfiore
1 cavolfiore piccolo (circa 450 gr da cotto, oppure una parte, come ho fatto io, di uno grande)
30 gr di parmigiano
60 gr di mozzarella
1 uovo
origano secco
sale
basilico secco (o fresco)
Io avevo un cavolfiore già cotto a vapore, ma se partite da zero è
meglio. Quindi tritate il cavolfiore con un cutter piuttosto potente, fino a
renderlo come semola. Mettete in una pirofila da microonde (se non è cotto come il mio), coprite e cuocete
per 4 minuti. A questo punto un passaggio obbligatorio ed è l’unico un po’ noioso.
Prendete un canovaccio pulito e trasferitevi il cavolfiore e cominciate a
strizzare. Uscirà tantissima acqua. Il mio cavolfiore si è ridotto quasi della
metà.
Quindi in un mixer aggiungete il parmigiano grattugiato e la
mozzarella tagliata a cubetti, il sale, l’uovo e l’origano e il basilico e
tritate il tutto.
Prendete il composto e stendetelo, con le mani, in una teglia rotonda per
pizza, coperta con carta forno e fate cuocere in forno preriscaldato per una
decina di minuti o fino a quando non sarà cotta con la crosticina, come questa.
 
Pizza di cavolfiore

Base della Pizza di cavolfiore

 
 
Condite con salsa di pomodoro (io la faccio con la cipolla, ma ognuno di voi usi la sua ricetta), mozzarella, basilico e origano  e tutto quello che vi piace di più (io adoro le cipolle) e rimettete in forno fino a quando la mozzarella non si sarà sciolta (da 5 a 10 minuti).
E’ talmente buona che l’ha mangiata anche il pargolo n. 3 che odia il cavolfiore.
Con questa dose viene una pizza grande e una pizzetta.
 
Pizza di cavolfiore

Pizza di cavolfiore

 

 

Suggerimenti:
-essendo totalmente senza farina, è adatta ANCHE ai celiaci!
 
A presto
Stefania Oliveri
 
 

 

 

You Might Also Like

23 Comments

  • Reply
    Perchè Roma è sempre Roma… pinsa fichi e prosciutto | Sono io, Sandra
    30 giugno 2016 at 13:31

    […] PIZZA DI CAVOLFIORE SENZA FARINA – GLUTEN FREE […]

  • Reply
    sandra
    27 aprile 2015 at 11:21

    geniale!

  • Reply
    Angela
    26 aprile 2015 at 22:20

    Ha un aspetto invitantissimo!!!
    Ho provato a farla qualche settimana fa quando ho iniziato la mia siete ‘senza tutto’, ma non aveva questo aspetto ed è rimasta sbriciolosa. Però io non avevo cotto il cavolfiore, avevo frullato tutto a crudo e infornato. Riproverò col passaggio in microonde perché a me, l assenza di pizza mi manda fuori di cervello 🙂

  • Reply
    manuela
    26 aprile 2015 at 20:56

    Fantastica!!! Devo assolutamente provare a farla! Grazie

  • Reply
    Maddalena Sodo
    22 gennaio 2014 at 13:40

    bellissima, io la faccio spesso, l'ho trovata su un sito americano tempo fa. Però se parti dal cavolfiore crudo e lo passi solo nel microonde non hai bisogno di strizzarlo, anche se lo fai di acqua ne esce poca in realtà. Credo che nel tuo caso partendo da quello lessato, il cavolfiore fose molto più carico di acqua

  • Reply
    Monica Chiocca
    22 febbraio 2013 at 10:16

    No ma che figata! è perfetta per me che purtroppo assimilo troppo tutti i carboidrati di questo mondo! La faccio,deciso!! 🙂

  • Reply
    Emanuela
    22 febbraio 2013 at 7:57

    Geniale! Così riesco pure io a fregare i miei ninni! Siiiiiii. Na prendo subito nota ^_^

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    21 febbraio 2013 at 22:00

    ma che ganzata!
    qui per fortuna il cavolfiore piace, ma mi sembra un'idea talmente appetitosa che la proverò lo stesso.
    e al pargolo n. 4, che non mangia formaggio, che gli fo? 🙂

  • Reply
    annajennifer
    21 febbraio 2013 at 18:37

    wow!!! che bella idea…da provare!!!

  • Reply
    Cecilia - FrigoRosa
    21 febbraio 2013 at 16:43

    Bellissima ideaaaa complimenti!!! Segnata!!!

  • Reply
    fantasie
    21 febbraio 2013 at 15:20

    Patapata: 😀

    Elisina: lo mangerà!

    pate et pattes: grazie :*

    colombina: provala e non te ne pentirai! 🙂

    Stefania: 😀

    Fabipasticcio: io ne sto approfittando! 😉

    Le torte di Gessica: sì, infatti, anche io l'ho sempre mangiata, ma mai trasformata così! 😉

    Sonia: sììììììììì, mi farebbe un picere enorme! Partecipa con quella anche se fuori concorso… e poi ne fai una in concorso… ma entro il 25 🙂

    Anna: sì anche al vapore va bene, non del tutto al dente 🙂 L'importante è che la strizzi 🙂

    Maria Luisa: anche io! 🙂

    annaferna: avrei bisogno anche di un luuuuuungo periodo di vacanza! 😀

    Mela: assolutamente sì, bisogna strizzare lo stesso 🙂

  • Reply
    Mela
    21 febbraio 2013 at 14:42

    Mi son persa solo un passaggio: se frullo da crudo, e poi cuocio, strizzo ugualmente?

  • Reply
    annaferna
    21 febbraio 2013 at 11:11

    ciao Stefania
    per la dispensa urge una luuunga carrellata (nel senso proprio del carrello) al super…..non possiamo sopportare la dispensa vuota giusto? ^_^…per la ricetta una parola: geniale!!!!!
    baci

  • Reply
    Maria Luisa
    21 febbraio 2013 at 10:54

    idea strepitosa. Adoro il cavolfiore, adoro la pizza! fantastica. brava!

  • Reply
    Anonimo
    21 febbraio 2013 at 10:30

    Ricetta fatastica, ma come ti è venuta in mente?Bravissima come sempre. La devo provare assolutamente. Io non ho il microonde, quindi la cuoio a vapore, al dente? Ti auguro una bella giornata. Anna

  • Reply
    Sonia
    21 febbraio 2013 at 9:44

    ciao Sté, la trovo geniale questa pizza! brava! le prese per i fondelli gastonomiche mi piacciono assai! mi pare di avere capito che hai scelto la velvet per l'mtc…giusto? io l'ho fatta mesi fa per open kitchen magazine e ancora non è sul blog, lo potrà essere tra un pochetto…se rientra nei criteri partecipo per te 😉

  • Reply
    Le Torte di Gessica
    21 febbraio 2013 at 9:32

    Ottima idea, la preparo sempre anche io, aggiungendo al cavolfiore l'uovo e passo tutto in forno. Non avevo mai pensato di condirla anche sopra. Da provare….Grazie

  • Reply
    Fabipasticcio
    21 febbraio 2013 at 9:30

    ottima davvero! da copiare finchè i cavoli sono di stagione! Grazie mille!

  • Reply
    Stefania
    21 febbraio 2013 at 8:34

    Sei diabolica!

  • Reply
    colombina
    21 febbraio 2013 at 8:02

    ma sai che avevo visto qualcosa di simile. Non bella come la tua, ma adesso che leggo questa meraviglia devo assolutamente provarla, sia perchè magari i pargoli se la mangiano, sia perchè è un modo mangiare una pizza light, sia perchè è davvero geniale! Bravissima cara!

  • Reply
    pâtes et pattes
    21 febbraio 2013 at 8:00

    bella, buona e assolutamente da copiare! Bravissima, coem sempre!

  • Reply
    Elisina
    21 febbraio 2013 at 7:34

    complimenti questa ricetta è davvero ingegnosa e golosissima..io adoro il cavolfiore quindi copio e chissà che non riesca a farla mangiare anche al mio ragazzo che invece lo odia 🙂

  • Reply
    Patapata
    21 febbraio 2013 at 6:57

    della serie "i geni del male" !!!! fabuleuse!!

  • Leave a Reply

     

    Delivered by FeedBurner