5 Star (No Ratings Yet)
Loading...
Pasta/ Primavera/ Primi/ Stagioni

Pasta bottarga, ricotta e asparagi e paese che vai…

30 Aprile 2014
Pasta bottarga, ricotta e asparagi

Paese che vai rumori/suoni che trovi.
Così a Istanbul, ogni mattina alle 5,20 venivamo svegliati dalla preghiera del Muezzin che riecheggiava per tutta la città, incitando i fedeli a pregare.
La prima mattina, il risveglio, ovviamente, è stato traumatico.
La seconda mattina, conscia del fatto, aspettavo in dormiveglia il momento della preghiera.
La terza mattina credo di non averlo nemmeno sentito più, o meglio lo sentivo, ma ormai faceva parte di me e lo aspettavo.
Ovviamente al ritorno a Palermo, alle 5,20 mi è mancato.
Così, il comune ha voluto sopperire alla mancanza.
E io lo ringrazio caramente, sebbene ha ritardato di 50 minuti l’inizio del frastuono nuovo suono.
Ieri mattina, grazie ai lavori che si stanno facendo per attivare il tram, per cui la città è un cantiere già da due anni, e al ritorno da Istanbu, avevo trovato la novità anche dietro casa mia, alle 6 un enorme boato.
Ci svegliamo di soprassalto.
Svegli e rintronati, ci guardiamo, io e il mio dolce doppio, e non facciamo a stropicciarci gli occhi, che ne segue un secondo, un terzo e un quarto.
Capiamo che non è nulla per cui valga la pena di scappare di casa e decidiamo di rimetterci a dormire…
Dormire… Bella parola.
I boati continuano e alle 6.45 suona la sveglia e mi devo alzare.
Torno alle 7 nella stanza da letto ed è calato il silenzio.
Mi lavo, silenzio.
Mi vesto, silenzio.
Esco di casa alle 8.30, silenzio…
Nuova notte, nuovo mattino.
Di nuovo, alle 6 in punto il frastuono fino alle 7. Alle 7 si conclude il tutto…
Così stamattina, ho sentito di nuovo il frastuono alle 6, ma ormai ci ho fatto l’abitudine, chissà che domani non lo senta più…

 

E adesso un primo di stagione, neanche tanto calorico, con l’ultima ricotta di pecora disponibile e i primi asparagi che si trovano sui banchi e una spruzzata di bottarga per dare un tocco in più… Non ve ne pentirete!

Pasta con bottarga, ricotta e asparagi
Ingredienti per 5 persone:
500 grammi di pasta (io ho usato il Riso di Pasta Viazzo, che non scuoce mai)

un mazzo di asparagi
500 g di ricotta di pecora
bottarga a piacere
sale e pepe
 
Come sempre è una pasta davvero semplice da fare, proprio per i neofiti in cucina.
Lavate gli asparagi e togliete la parte finale, spezzandoli (si spezzerà proprio nel punto che dovrete buttare, abbiate fede). Tagliateli a dadini e lasciate le punte più lunghe. Bolliteli in acqua salata, per pochi minuti, aggiungendo le punte solo alla fine.
Nel frattempo, cuocete la pasta in acqua salata.
Prelevate qualche mestolo di acqua della pasta e aggiungetelo alla ricotta fino ad ottenere una crema, quindi aggiungete anche gli asparagi.
Scolate la pasta, tenendo da parte un altro po’ di acqua di cottura, da aggiungere se serve.
Condite la pasta e spolverizzate con la bottarga grattugiata al momento oppure, per una variante più golosa, ma più calorica, tagliata a fettine e fatta saltare in un po’ di olio, schiacciandola con la forchetta per sbriciolarla.
Servire con una spolverata di pepe, se vi piace.
That’s all!
 
Suggerimenti:
– questa pasta è senza glutine ed è adatta a tutti, perché è davvero buona, con una consistenza perfetta, però se doveste preparare una pasta col glutine, e a parte una per un celiaco, ricordatevi che l’acqua di cottura deve essere della pasta senza glutine, altrimenti avvelenerete il vostro ospite celiaco.

E con la prima versione, metto questo primo fra le ricette gustose ma light

A presto
Stefania Oliveri

You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    1 Maggio 2014 at 21:12

    la pasta alla bottarla la faccio spesso
    la pasta alla ricotta pure
    ma a mescolarle non ci avevo mai pensato.
    ci voleva una cardamoma!

    che carini a fare casino proprio a quell'ora, vi fanno risparmiare l'acquisto delle sveglie 😛

  • Reply
    m4ry
    1 Maggio 2014 at 6:19

    Come ti capisco…mannaggia, ma poi, arriva l'ora che devi alzarti, e attorno solo silenzio, tant'è che cominci a dubitare che ci siano altri esseri viventi, nei paraggi, oltre a te…che rottura !
    Questa pasta è una libidine..provare io 🙂 Passo a pranzo da te ? Buon primo maggio. Un abbraccio

  • Reply
    Alessia - ParoleInPadella
    30 Aprile 2014 at 18:54

    Il frastuono di prima mattina no!!! Che brutto risveglio!
    Invece la tua pasta è meravigliosa, hai usato tutti i sapori che amo e la divorerei in un istante!
    Complimenti!
    A presto.

  • Reply
    Giulietta | Alterkitchen
    30 Aprile 2014 at 15:19

    Sarà un boato da risveglio, allora! 😉
    Questa pasta sarà da neofiti, ma a me piace assai.. asparagi, ricotta di pecora e bottarga, un abbinamento davvero interessante!

  • Reply
    Monica Giustina
    30 Aprile 2014 at 13:30

    Uhuuu bottarga e asparagi, che bellissima idea, e pure la cremina alla ricotta!
    Mi piace molto moltissimo, a differenza del frastuono mattutino: io avrei già lanciato padelle e improperie, anche perché ho il sonno leggerissimo quindi dormire così poche ore per notte mi farebbe ammattire

  • Reply
    Michela Sassi
    30 Aprile 2014 at 12:32

    Per la prima volta da te… e già mi hai conquistata… amo la bottarga più di ogni altra cosa… è divina!!!
    Complimenti!

  • Leave a Reply