Autunno/ estate/ Maiala effige/ Primavera/ Primi/ Ricetta straniera/ Vegan

Riso basmati con ceci di Ottolenghi

(In questo post: Riso Basmati con ceci, uvetta e cipolle di Yotam Ottolenghi)

E poi ti rendi dolorosamente conto di:
– non avere più l’età… da tempo;
– di non essere all’altezza nemmeno con le zeppe;
– di non aver concluso niente di speciale;
– di non avere una figlia con cui andare a fare shopping;
– di non essere indispensabile e neanche necessaria;
– di non aver realizzato i sogni che credevi possibili;
– di non avere più il tempo;
– di non avere abbastanza denaro per levarti degli sfizi;
– di non avere nemmeno una salute di ferro, perché è vero che c’è di peggio, ma se ogni volta che esci,  devi star male, allora ti rendi conto che c’è anche di meglio;
– che non ti entrano più i vestiti di due anni fa
– e che hai preparato questo riso alla fine di giugno e lo stai postando solo oggi…

Riso Basmati con ceci, uvetta e cipolle di Yotam Ottolenghi

Riso Basmati con ceci, uvetta e cipolle di Yotam Ottolenghi

E ora la ricetta di oggi.
A giugno ho comprato il libro di Ottolenghi, Jerusalem. Un libro davvero meraviglioso. E appena ho visto questo riso me ne sono innamorata a prima vista e farlo è stato un tutt’uno.
Mi sono segnata la ricetta, ma adesso, a tre mesi di distanza, non mi ricordo se fosse spiegata egregiamente oppure no, quindi, partecipo allo Starbook, perché è un libro che è stato recensito e proprio la mia cara Ema, l’ha provato per noi, ma io, contrariamente a come fanno loro, posso solo dirvi che mi è piaciuto molto e così ai miei ospiti, ma più di tanto non riesco a ricordare.
 
 
Riso Basmati con ceci, uvetta e cipolle di Yotam Ottolenghi
 
 

2 e ½ cucchiai di olio 

220 270 g di riso basmati 
50 g riso selvagio

330 ml di acqua bollente 

1 e ½ cucchiaini di curry in polvere 
2 cucchiaini di cumino

240 gr di ceci cotti (bolliti)

180 ml di olio di girasole  oliva

1 cipolla media, tagliata sottile 

½ cucchiaio di fecola 

100 gr di uvetta

2 cucchiai di prezzemolo tritato 

un cucchiaio di pistacchi tritati al coltello (mia aggiunta)

1 cucchiaio di coriandolo tritato 

1 cucchiaio di aneto tritato 

sale e pepe nero

 

Per cuocere il riso basmati usa una tecnica diversa dal semplice bollirlo. Mettete un cucchiaio di olio di oliva in una casseruola media e coprite con un coperchio su fuoco vivo. Aggiungete il riso e ¼ di cucchiaino di sale e mescolate finché il riso non sarà caldo. Aggiungete pian piano l’acqua bollente, abbassate il fuoco tenendolo molto basso, coprite la casseruola con il coperchio e fate cuocere per 15 minuti. Togliete la casseruola dal fuoco, coprite con un panno pulito, poi con il coperchio e lasciate fuori dal fuoco per 10 minuti. Mentre il riso cuoce preparate i ceci. Scaldate il restante olio di oliva in una casseruola a fuoco vivo. Aggiungete i semi di cumino e il curry in polvere e dopo pochi secondi aggiungete i ceci e ¼ di cucchiaino di sale. State attenti altrimenti le spezie rischiano di bruciare nell’olio. Lasciate sul fuoco per uno o due minuti, giusto il tempo di far scaldare i ceci, quindi trasferiteli in una ciotola capiente. Nella stessa casseruola, mettete l’olio e fatelo scaldare a fuoco alto. Friggete quindi le cipolle , a poco a poco, precedentemente tagliate a listarelle e infarinate con la maizena, per 2-3 minuti, finché non saranno dorate. Fate assorbire l’olio in eccesso scolandole su carta da cucina e salate.

 

Componete il piatto. Mettete il riso, ceci, l’uvetta precedentemente ammollata e sciacquata,  le erbe e le cipolle fritte. Mescolate, e aggiustate di sale e pepe secondo il vostro gusto. Servite tiepido o a temperatura ambiente. 

 

 

Riso Basmati con ceci, uvetta e cipolle di Yotam Ottolenghi

Riso Basmati con ceci, uvetta e cipolle di Yotam Ottolenghi

 

Vi è piaciuta questa ricetta? Restiamo in contatto, mettete MI PIACE alla mia pagina

 

 

 

oppure sul mio profilo Instagram

 


 

 

 

 
 
A presto
Stefania Oliveri

 

You Might Also Like

14 Comments

  • Reply
    Ale only kitchen
    15 settembre 2014 at 17:16

    Adesso ti tiriamo le orecchie 😉
    Io questo riso l'ho provato grazie a Gaia, e mi sono mangiata pure tutti i ceci…!!!
    Grazie per aver partecipato

  • Reply
    cristina b.
    14 settembre 2014 at 19:36

    io ce l'ho una figlia con cui fare shopping e ti assicuro che… è un incubo!!!!!! oooooore per decidere se le sta meglio la magliettina lilla chiaro o lilla scuro, oooooore a fare avanti e indietro dai camerini per poi alla fine non comprare nulla… mia figlia, al contrario di me, è un'eterna indecisa e quindi fare acquisti con lei è una vera tortura. infatti la mando con le amiche ( e la mia carta di credito…)!
    grazie per aver partecipato e, ora che hai il libro di yotam, buttati con qualche altra ricetta!!!!
    bacioni

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    13 settembre 2014 at 7:31

    io invece sono la Starbooker Svampita che non avevo nemmeno visto che avevi partecipato.
    in effetti ci vorrebbe un approccio critico, ma se hai detto che era buono e c'è pure chi ha confermato, direi che come primo approccio va bene 🙂
    grazie di aver partecipato, stangona!!!
    p.s. ottolenghi sì, non sbaglia un colpo

  • Reply
    Araba Felice
    12 settembre 2014 at 11:12

    Ricordare che era buono è già qualcosa 😀 grazie 😉

  • Reply
    La Cassata Celiaca
    11 settembre 2014 at 14:22

    davvero molto buono questo riso!

  • Reply
    Anna Luisa e Fabio
    11 settembre 2014 at 11:12

    Lo so che questa botta di "ottimismo" è solo per farci gustare al meglio questa splendida ricetta 🙂

    Fabio

  • Reply
    La Pasta Risottata
    10 settembre 2014 at 23:39

    Ció che dici non fa un plissé;riconosco i miei pensieri…
    Bellissima ricetta!!
    Un abbraccio
    Vera

  • Reply
    paneamoreceliachia
    10 settembre 2014 at 12:08

    Anche a me manca una figlia con cui andare a fare shopping, ma visto che mi manca anche il denaro per togliermi gli sfizi, forse non tutti i mali vengono per nuocere? …diciamoci di si dai!
    Bellissimo riso. Comprato, guardato e mai duplicato una ricetta.
    Ecco vedi, c'è chi fa peggio di te! Eccome….
    Un abbraccio.
    Alice

  • Reply
    Manuela e Silvia
    10 settembre 2014 at 11:26

    Ciao! meglio tardi che mai 😉
    Ottima e originale questa proposta di insalata di riso basmati: i ceci sono tra i legumi che più ci piacciono, quelli che proponi saranno certamente di primissima qualità! da provare l'abbinamento con cipolle, uvetta e pistacchi!

  • Reply
    Michela Sassi
    10 settembre 2014 at 10:35

    Mi sento in linea con le parole che hai messo nell'intro…
    Fantastica ricetta, baci!

  • Reply
    ๓คקเ
    10 settembre 2014 at 9:54

    La ricetta è veramente sfiziosa e Ottolenghi è una garanzia di sicura riuscita.
    Siccome però io sono la Starbooker Cattiva, devo farti notare che noi chiediamo sempre ai partecipanti un approccio critico alla ricetta, che ovviamente non significa che bisogna criticarla, ma semplicemente che bisogna "ragionarci su", fare considerazioni e in base a quelle decidere se questa è promossa, bocciata o rimandata.
    Mi prometti che dalla prossima volta lo farai? 🙂
    Intanto, io ri-prendo nota della ricetta (Jerusalem è uno di quei libri che mi fa dire "vorrei provarle tutte") perché ovviamente mi è venuta una gran voglia!
    Un abbraccio.

    • Reply
      ๓คקเ
      13 settembre 2014 at 10:33

      Scusami Stefania, mi sono appena accorta di un'altra cosa: hai sbagliato il banner da inserire.
      La pentola fumante è un'esclusiva di noi Starbookers, per il Redone bisogna prelevare il banner da qui.
      Grazie e scusa per la pignoleria… 🙂

    • Reply
      Stefania FornoStar Oliveri
      13 settembre 2014 at 13:22

      Mapiiiiiiii, non solo non sono una starbooker inside, ma pure sbaglio il banner! 😀 😀 😀
      Rimedio subito :*

  • Reply
    cosebuonediale
    10 settembre 2014 at 7:31

    So io quanto era buono!!!!! Jérusalem lo aspetto per il compleanno o per Natale!! 😉

  • Leave a Reply