Autunno/ Dolci/ estate/ Inverno/ Maiala effige/ Primavera/ Tutorial

Torta al cioccolato facile, upside-down!

Torta al cioccolato facile upside-down - Cardamomo & co
Torta al cioccolato facile upside-down 
 
(Scroll down for English version)
 
La signora in questione abita in posto caldo, molto più del mio.
Dove gli uomini hanno la “priorità”, in maniera legale, esattamente come nel mio mondo, dove, invece, non sarebbe legale.
E fa l’insegnante, proprio come me. Però si dedica con costanza anche alla ginnastica, esattamente al contrario di me!
E condivide con me la passione per le ricette semplici, ma da maiala effige.
Quelle dove, col minimo sforzo, ottieni il massimo risultato.
Ha il mio stesso nome.
Ahimè, io non ho la sua stessa altezza e neanche la sua età.
Lei ama Martha e io Nigella, ma sono una la versione americana della signora inglese e viceversa.
E questa torta al cioccolato facile l’ho vista da lei e non ho proprio potuto non farla.
Indovinate di chi sto parlando???
 

Questa torta al cioccolato facile è goduriosa. Facile da fare. Non avete bisogno di grandi doti culinarie perché il caramello si fa da solo, e le mandorle (se avete quelle a lamelle è meglio) faranno la loro maiala effige!



CHOCOLATE ALMOND UPSIDE DOWN CAKE (ovverosia Torta al cioccolato facile sottosopra)

di Martha Stewart
(per una teglia da 24cm) 
versione, senza glutine, dell’Araba felice 
 
 
Per il topping
50 g di burro
140 g di brown sugar, o in alternativa zucchero Muscovado (io avevo proprio il primo!)
50 g di miele (io ho usato quello Millefiore della Sarchio)
150 g di mandorle a lamelle (io tritate)
 
per la torta
156 g di farina (da me suddivise così: 104 g farina di riso super sottile, 34 g fecola, 17 g maizena)
45 g di cacao amaro (io Venchi)
un cucchiaino di bicarbonato
mezzo cucchiaino di sale
113 g di burro
150 g di zucchero bianco
3 uova grandi codice 0
240 ml di buttermilk ( in alternativa yogurt bianco naturale piuttosto liquido, e io ho usato quest’ultimo)
estratto di vaniglia

 

Prima di ogni cosa bisogna preparare il topping nella teglia. Coprite il fondo con la carta forno e  versateci sopra il burro fuso e poi lo zucchero di canna (o brown sugar). Coprite con il miele (che io ho riscaldato leggermente per farlo diventare più fluido) e infine con le mandorle (se le trovate già a lamelle, il risultato finale è più bello visivamente). 

 

Preparate la torta: in una ciotola mischiate le farina, il cacao, il bicarbonato e il sale.
In una planetaria con gancio a K (e io ormai ho il KA e quindi anche il gancio apposito, ma non è indispensabile) o semplicemente con delle fruste elettriche battete il burro e lo zucchero per almeno cinque minuti, in modo da ottenere un composto chiaro e montato.
Aggiungete un uovo intero alla volta, battendo bene dopo ogni aggiunta.
Quindi con le frusta a bassa velocità, unite un terzo degli ingredienti secchi e metà dello yogurt (o del buttermilk).
Unite quindi un altro terzo degli ingredienti secchi e il resto dello yogurt e la vaniglia.
Finite con l’ultimo terzo degli ingredienti secchi e mescolate, non a lungo.
 

Versate nella tortiera sopra il topping e cuocete a 180° gradi in forno statico preriscaldato per circa 45-55 minuti (dipende dai forni, io con il mio 170° ventilato per 40 minuti.
Tirate fuori dal forno e passate la lama di un coltello ai bordi della teglia, quindi, immediatamente rigirate la teglia sul piatto da portata lasciandola così per cinque minuti in modo che il caramello formatosi possa ricadere sulla torta.

 

 

Togliete quindi la tortiera e fate raffreddare completamente prima di servire.

 
Torta al cioccolato facile upside-down - Cardamomo & co



Suggerimenti:

-se usate una tortiera a cerniera, consigliata in questo caso, mettetela dentro un’altra teglia in cottura perché può fuoruscire un po’ di caramello in forno;
– l’Araba sostiene che il dolce si conserva morbidissimo per tre giorni, ma la mia torta è finita in 10 minuti;

-la torta al cioccolato facile è buonissima, ma se volete servire come dopo pasto, aggiungete della crema inglese o del gelato

 
Se vi è piaciuta la mia ricetta, mettete un bel MI PIACE alla mia pagina

 

 

 
Chocolate almond upside-down cake
 
For the  caramel topping
50 g butter, melted
140 g of brown sugar , or Muscovado sugar 
50 g of honey
150 g sliced ​​almonds (or chopped )
 
for the cake
156 g of flour (so divided: 104 g rice flour super thin , 34 g starch , 17 g cornstarch)
45 g unsweetened cocoa powder 
a teaspoon of baking soda
half a teaspoon of salt
113 g of butter
150 g of white sugar
3 large eggs, code 0
240 ml buttermilk (alternative natural yoghurt rather liquid)
vanilla extract
 
First of all, prepare the topping in the pan. Cover the bottom with parchment paper and pour over the melted butter and then brown sugar . Drizzle honey (which I have warmed slightly to make it more fluid) over sugar and sprinkle evenly with almonds.
 
Prepare the cake : In a bowl sift the flours, cocoa , baking soda and salt.
Place butter in the bowl of an electric mixer fitted with the whisk attachment and beat until smooth and fluffy. Add sugar and continue mixing. Add eggs, one at a time, beating after each addition. Continue beating until light and fluffy, about 3 minutes. With the mixer running on low speed, add a third of the dry ingredients and mix to combine. Add half the buttermilk (or yogurt) and continue mixing. Add another third of the dry ingredients, mix, and add remaining buttermilk and vanilla. Add remaining dry ingredients and mix until smooth. Pour the batter into the pan.
 
Bake at 180 degrees in preheated oven for about 45-55 minutes ( depends on the oven). Run a knife around the edge of the pan and immediately invert the pan onto a serving platter. Let it sit with the pan still on top for 5 minutes so the caramel can soak into the cake a bit, before removing the pan..
 
A presto 
Stefania Oliveri

You Might Also Like

40 Comments

  • Reply
    giovanna
    15 settembre 2013 at 16:23

    CHE TORTA! ragazza mia!!!!
    fantastica, fatta e già semi divorate, e io che non amo le torte al cioccolato, l'avevo fatta per i maschi di famiglia, ma sempre assaggio…. altro che assaggio stavolta.
    GRAZIE!

  • Reply
    La Gaia Celiaca
    11 settembre 2013 at 13:21

    non l'avevo vista dall'araba, la vedo da te e ho già l'acquolina. cosa gravissima visto che sono a dieta.
    segnerò…
    bellissime foto!

    • Reply
      fantasie
      11 settembre 2013 at 21:08

      Pensa che sono a dieta pure io…

  • Reply
    Lo
    11 settembre 2013 at 12:26

    golosità golosità ci stai portando via….dopo questa visione ho bisogno di un quadretto di fondente….

  • Reply
    spuntiespuntini senza glutine
    11 settembre 2013 at 9:28

    semplice veloce ma golosissima…;-)

  • Reply
    Ketty Valenti
    11 settembre 2013 at 9:23

    Ciao Stefania,piacere di conoscerti,anche tu Siciliana Doc come me vedo,mi fa tanto piacere!
    grazie di essere passata dal mio blogghino e di esserti aggiunta ai miei lettori ricambio con piacerissimo….mi piace la tua missione e penso di imparare molto da te,io sono completamente ignorante sul tema celiachia e non va bene….intanto mi rileggo per bene la tua torta che davvero gola.
    Ho visto che sul tuo blog ci sono mille ricette molto molto interessanti complimenti!
    A presto
    Z&C

  • Reply
    Anna Luisa e Fabio
    11 settembre 2013 at 8:55

    Una è brava e l'altra è una copiona! 😀
    Ma questa volta la perdoniamo perché ne valeva davvero la pena fare questa torta! W le nostre Stefania!

    Fabio

    • Reply
      fantasie
      11 settembre 2013 at 21:07

      Ovviamente io sono la brava e lei è la copiano! 😉

  • Reply
    Patty
    11 settembre 2013 at 6:06

    Ok, ti svelo un segreto. Ho incontrato la suddetta creatura questa estate. Sentirsi una nana al suo cospetto è stato tutt'uno. Ma la cosa peggiore è stata la sensazione successiva: sentirsi una ciospa. Perché la signora del deserto è una delle creature più belle che abbia mai incontrato. E vive nel deserto….qui da noi sarebbe una nuova Sophia Loren.
    Meno male che almeno ogni tanto ci lancia una torta meravigliosa come questa per farci sentire fantastiche, almeno in cucina!
    Vi adoro tutte due, siete separate alla nascita!
    Pat

    • Reply
      fantasie
      11 settembre 2013 at 18:39

      E se i miei tacchi non hanno effetto con te, immagino che con lei dovrei prendere la scala… 😉

  • Reply
    agenda nico
    10 settembre 2013 at 21:33

    Un dolce per i miei gusti…! Lo devo fare….siiiii!
    ciao

  • Reply
    Francy BurroeZucchero
    10 settembre 2013 at 20:27

    Grazie per aver convertito una ricetta "mitica" in gluten free, che non mancherò di fare alla prossima cena. Il rovesciato con le mandorle e il miele mi ispira un sacco, forse è anche quello che mantiene la torta così morbida per giorni (anche se tu non lo saprai mai :-)) Senti, una domanda: ma la precisione dei dosaggi delle varie farine è frutto di vari esperimenti tuoi? grazie e un bacione

    • Reply
      fantasie
      10 settembre 2013 at 22:03

      Sì, il dosaggio è frutto di esperimenti miei e di altri e va benissimo, anche se adesso ho provato un altro mix meraviglioso con la farina di riso integrale

  • Reply
    Lara Bianchini
    10 settembre 2013 at 18:09

    Lo so!!!!! Favolosa la torta e tutte e due stragnocche le protagoniste. Baciiiii. Ieri su Facebook insieme al coniglio c'era tuo figlio? Perché è sputato Harry Potter!

    • Reply
      fantasie
      10 settembre 2013 at 23:23

      Sì, è il pargolo n. 3 😀

  • Reply
    Un ingegnere ai fornelli
    10 settembre 2013 at 17:14

    Ma è una goduria unica questa torta!
    Un bacio
    Letizia

  • Reply
    Vitto Pasticciaconme
    10 settembre 2013 at 15:49

    Super super super golosa e moto bella, compimenti!!!!!
    un abbraccio a presto ^_^

  • Reply
    mari ►☼◄ lasagnapazza
    10 settembre 2013 at 15:09

    Beh… si era capito già dalla prima riga di chi stavi parlando 🙂
    Deve essere da svenimento questa torta!

  • Reply
    stella
    10 settembre 2013 at 15:05

    sfido chiunque a non aver rifatto una torta dell'Araba 😉

  • Reply
    mimma
    10 settembre 2013 at 14:22

    ottima idea!!!1 proverò finalmente delle farine che ho, da qualche tempo, in dispensa!!! un abbraccio!!!

  • Reply
    Araba Felice
    10 settembre 2013 at 13:09

    Nella tua descrizione c'è qualcosa che mi suona familiare 😀

    Grazie per aver provato il dolce e soprattutto per la conversione gluten free!

    • Reply
      fantasie
      10 settembre 2013 at 23:41

      Siamo identiche! 😉
      MAGARIIIIIIIIIII!
      E grazie a te per avermi fatto conoscere la torta di Martha!

    • Reply
      Araba Felice
      11 settembre 2013 at 3:33

      😀

  • Reply
    ELel
    10 settembre 2013 at 13:06

    Incredibile, sono andata a vederla e non solo l'avevo letta (ricordavo l'episodio della carta igienica :D), ma l'avevo pure commentata!! Ne fa troppe una meglio dell'altra per ricordarsele tutta quest'araba!

    • Reply
      fantasie
      10 settembre 2013 at 23:39

      E' proprio vero! 😀

  • Reply
    ELel
    10 settembre 2013 at 13:03

    Uuuuh, ma com'è che me l'ero persa questa delizia?? Eppure sono attenta lettrice della suddetta…Sono contenta che tu l'abbia riproposta, così la metto nelle ricette da provare 😉

  • Reply
    Memole
    10 settembre 2013 at 12:29

    Buonissima!!!

  • Reply
    sulemaniche
    10 settembre 2013 at 12:11

    Vedo che abbiamo gli stessi gusti…Marta, araba, nigella… È io non sono proprio un insegnante, ma una logopedista!!! È amo il cioccolato!

    • Reply
      fantasie
      10 settembre 2013 at 23:37

      Dimmi che ti chiami pure Stefania… 😉

  • Reply
    pazziedolciesalate
    10 settembre 2013 at 11:11

    Questa è una vera bontà!! Stai parlando di Stefania di Arabafelice in cucina!!! siete entrambe bravissime!!!!
    A presto,
    Simo

  • Reply
    Glu-fri
    10 settembre 2013 at 7:58

    L'Araba é un mito..secondo me Martha la assume prima o poi.
    Anche tu sei un mito, se ti chiama Nigella ricordati di me..
    Adesso che sono in periodo cioccolatoso la devo fare si o si questa torta!

    • Reply
      fantasie
      10 settembre 2013 at 23:35

      Che dici, l'agevolo e mi propongo? 😉

  • Reply
    Enza Amato
    10 settembre 2013 at 6:56

    Buonissima Stefania!!!!!!! e che bella descrizione dell'altra altrettanto bravissima Stefania, alias Araba Felice!

  • Reply
    Erica Di Paolo
    10 settembre 2013 at 6:18

    Mammamia che prelibatezza!!! Ottima proposta e allettante la scelta delle farine (ovviamente gluten free). Bravssima!!

  • Leave a Reply

     

    powered by TinyLetter