Autunno/ Contorni/ Inverno/ Tutorial/ Video

Una figura barbina…

Carciofi con pangrattato senza glutine 

Ok, lo dico anche qui, che tanto la dignità non sta qui di casa e ha preso la residenza da un’altra parte, e da un bel po’ di tempo.

Sabato pomeriggio sono stata invitata da una TV locale, TGS, per la trasmissione TGS Studio Stadio.

Sì, avete capito bene: S T A D I O!

Cosa c’entro io con il calcio?

Be’, come il cavolo a merenda (tanto per rimanere in tema culinario, ma uscire completamente da quello calcistico).

Ma, per fortuna, non mi hanno chiamato per le mie conoscenze calcistiche, che la figura sarebbe stata ancora più barbina!

Mi hanno voluta, fortissimamente, in quanto scrittrice di best seller e cuoca sopraffina! Ok, forse mi sono montata un po’ la testa, però insomma, dove la trovavano un’altra FornoStar?

E per i più coraggiosi, per chi vuole vedersi 2 ore di trasmissione, senza i sottotitoli per gli abitanti fuori dall’isola, vi lascio il link alla trasmissione, sperando di avervi scoraggiato abbastanza.

Carciofi con pangrattato 1709 b

Carciofi con pangrattato- Cardamomo & co

 

A adesso la ricetta di oggi:

Carciofi con pangrattato

E, a proposito di barbina, oggi parliamo di Carciofi con pangrattato e precisamente di un contorno, in cui i carciofi vengono spogliati completamente dalle foglie più dure, privati dalla barbetta interna, cotti e conditi  con la “mollica” (il pangrattato). Li avete mai provati? 

I carciofi con pangrattato sono un tipico contorno siciliano. Questi sono semplici, ma possono essere arricchiti con uvetta passa e formaggio.

 

Carciofi con pangrattato ovvero con la mollica
Preparazione
1 h
Cottura
20 min
 
Un contorno tradizionale della cucina siciliana
Porzioni: 6
Autore: Stefania Oliveri
Ingredienti
  • 10 carciofi
  • mezza cipolla
  • 5 cucchiai di pangrattato senza glutine
  • 5 filetti di acciughe
  • olio
  • sale
  • prezzemolo
  • limone
Istruzioni
  1. Mondate i carciofi, eliminando le foglie più esterne, fino a trovare le foglie più tenere. Tagliateli in quattro, eliminate l'eventuale barbetta all'interno e metteteli a bagno con acqua e limone (per non farli annerire) fino a quando non finirete di pulirli e tagliarli tutti.
  2. Tagliate la cipolla a dadini e rosolatela con l’olio.
  3. Aggiungete i carciofi, scolati, e salate. Coprite con un coperchio e fate cuocere fin quando non risultano teneri.
  4. Nel frattempo mettete il pangrattato in una padella, con un filo d’olio e i filetti d’acciuga e mescolate fino a quando il pangrattato non sarà dorato.
  5. Mettete i carciofi su un piatto da portata, coprite con il pangrattato e il prezzemolo tritato.
Note

Si possono servire caldi, ma a temperatura ambiente sono una meraviglia!

Adapted from Ricetta tradizionale

Tips and Tricks

  • Qui potete vedere come pulirli, eliminando la barbetta interna. 
  • Aspettando che siano tutti pronti, metteteli a mollo in acqua e limone così non diventeranno scuri.
  • Vi consiglio di indossare dei guanti per pulire i carciofi, altrimenti vi ritroverete tutti le mani macchiate di nero.

 

carciofi tutorial

Carciofi mondati – Cardamomo & co

 

 

Vi è piaciuta questa ricetta? Restiamo in contatto, mettete MI PIACE alla mia pagina

 

 

 

oppure sul mio profilo Instagram

 

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Gaia Celiaca
    8 aprile 2015 at 14:28

    che tu sia una Diva nessuno lo può mettere in discussione!!!!
    e per i carciofi con la muddica, figurati te che a me con la mollica piace tutto! li provo subito stasera!
    (i tuoi peperoni sono diventati un classico di casa nostra…)

  • Reply
    carla emilia
    7 aprile 2015 at 21:38

    Ciao Stefania, che bello trovarti sull’ifood, sono molto contenta per te! E questi carciofi sono sicuramente da provare, ora vado a dare un’occhiata… bacioni a presto

  • Reply
    sara
    7 aprile 2015 at 21:07

    Amica mia, sei stata DIVA pure tra i commenti calcistici degli altri 😀 😀 questa è stata l’ennesima conferma della tua simpatia !
    Ci vediamo a Parma…vediamo se i carciofi senza barba li sanno fare pure lì 😀

  • Leave a Reply