Antipasti/ Contorni/ Senza glutine

Dieta dissociata… da me!

Quiche di grano saraceno, cavolo rosso e mela - Cardamomo & co
(In questo post: Quiche di grano saraceno, cavolo rosso e mela, naturalmente senza glutine)
Ho perso due chili in due settimane.
Sì, lo confesso, sono a dieta!
Rigida e strettissima, senza nessuna concessione.
Vivo solo per il pranzo della domenica, che è libero.
Dopo tanto tempo che non riuscivo a fare la dieta, stavolta ho deciso e mi sto applicando con impegno.
 
Anche se, tutto l’inverno, ho vissuto di privazioni e sensi di colpa.
 
Perché una dieta (a parte quella senza glutine), o una parvenza di qualcosa del genere, ho cercato di farla.

E visto che la carne rossa (ma anche quella bianca) fa male, i latticini, peggio, lo zucchero è veleno, i cereali raffinati sono deleteri, il lievito di birra un’eresia, quello istantaneo il male assoluto, il mais è transgenico, la frutta e la verdura contaminate, le uova piene di colesterolo e il pesce ha il mercurio resterebbe solo il digiuno, che sicuramente non fa ingrassare.
 
E così ho cercato di mangiare cereali integrali, evitando come la peste il mais, ho usato solo il lievito madre, e quello istantaneo l’ho nascosto in un angolo sperduto dell’ultimo cassetto della dispensa per dare a me stessa l’illusione di non averlo mai comprato, verdure e frutta solo bio (che mio marito asserisce non lo siano), uova meno possibile, carne neanche col binocolo, il pesce più spesso, cercando di non avvicinarmi a fonti di calore, lo zucchero solo quello della frutta e ho ridotto tutte le dosi, perché si sa, meno mangi meglio è, e, non sono dimagrita di un nano grammo.
 
Così, due settimane fa, con la promessa di dimagrire 1 chilo a settimana, ho deciso che avrei fatto la tanto odiata Dukan!
No, aspettate, non quella tremenda di privazioni lunghe e dissennate. Quella più breve dove le privazioni si possono affrontare perché solo per un giorno si mangiano solo proteine e poi via via si introducono frutta, verdura e tutto il mangiabile, zucchero a parte.
 
E… e sono dimagrita!
 
Così, in barba a tutto il mio credo, da due settimane mangio proteine a più non posso e i carboidrati solo nel fine settimana.
 
Insomma per una che mangiava al contrario, ho dato un bello scossone al mio metabolismo, che ancora si chiede cosa mi abbia fatto di male per meritarsi tutto questo, ma vi assicuro che lo shock maggiore l’ho avuto io, perché non pensavo di potermi convertire.
 
Che sia stata illuminata sulla via di Emmaus senza accorgermene?
 
quiche con verza e mele Cardamomo & co 1585

Quiche di grano saraceno, cavolo rosso e mela – Cardamomo & co

 
Questa quiche di grano saraceno è un buon compromesso per una dieta sana e non iper proteica.
La ricetta viene da Monica. La base è totalmente sua, il ripieno quasi. Perché appena l’ho vista l’ho voluta rifare e non avevo il radicchio, ma la verza rossa… Be’ se parliamo di accostamento cromatico ci siamo, quanto al sapore, be’, forse è un po’ diverso, ma vi assicuro che per essere buono, era buono e magari presto proverò la sua vera ricetta. Mi perdoni per la modifica?
 
P.s. per il condimento ho usato un uovo di oca. Me l’ha regalato la fidanzatina del pargolo n.2. Cioè se non sono perle, ragazze come lei, chi altro???
 
 
Quiche di grano saraceno con cavolo rosso
Una quiche salata con mela e verza, che risolve una cena
Autore: Stefania Oliveri
Ingredienti
  • BRISÉE
  • -200 g di farina di grano saraceno;
  • -90 g di burro freddo a fiocchetti;
  • -2 cucchiai di acqua fredda;
  • -1 uovo bio
  • -sale.
  • RIPIENO
  • -1/2 cavolo rosso
  • -1 scalogno;
  • -150 g pancetta affumicata;
  • -200 ml panna
  • -2 cucchiai di latte
  • -1 uovo di oca bio
  • -1 cucchiai parmigiano grattugiato
  • -1/2 mela pink lady
  • -olio extravergine d'oliva
Istruzioni
  1. Per la BRISÉE
  2. Mettete in una ciotola la farina, il sale ed il burro, e lavoratelo velocemente con le mani senza scaldarlo. Aggiungete l'uovo e l'acqua, mescolate e impastate fino ad ottenere un panetto morbido.
  3. Avvolgetelo con la pellicola e fate riposare in frigorifero per un'ora.
  4. Per il RIPIENO
  5. Affettate la verza, lavatela e asciugatela. Versate 3 cucchiai d'olio in unwok, mettete sul fuoco medio, unite la verza, salate e pepate e fate rosolare per circa 5 minuti quindi aggiungete l'acqua. Fate ammorbidire a fuoco basso per circa 10 minuti, senza far assorbire del tutto l'acqua, quindi spegnete e lasciate raffreddare.
  6. Tagliate a cubetti la pancetta e fatela rosolare il padella; dopo un paio di minuti unitevi lo scalogno affettato finemente, fate soffriggere delicatamente il tutto, unite alla verza.
  7. Accendete il forno a 165°.
  8. Sbattete in una ciotola l'uovo con il parmigiano, il latte, la panna, qualche macinata di pepe e poco sale, ottenendo un composto omogeneo.
  9. Tagliate a cubetti mezza mela e unite al condimento.
  10. Prelevate la brisée dal frigorifero e stendetela con uno spessore di 5-6 mm, quindi usatela per foderare la base di una tortiera imburrata, facendo un bordo alto di circa 4 cm.
  11. Mettete sulla base il condimento, e sopra versate il composto di panna.
  12. Infornate per 20-25 minuti, finché la superficie sarà leggermente dorata.
  13. Sfornate e servite calda o tiepida.
Note

La farina di grano saraceno ha un sapore molto forte e determinante, se non vi piace questo sapore, tagliatela con metà farina bianca.

Adapted from One Million Pancake

 
 
Con questa ricetta partecipo al 100% Gluten Free (Fri)Day #GFFD di Gluten Free Travel and Living
 
ilove-gffd

Vi è piaciuta questa ricetta? Restiamo in contatto, mettete MI PIACE alla mia pagina

 

 

 

oppure sul mio profilo Instagram

 

You Might Also Like

7 Comments

  • Reply
    francesca
    2 giugno 2015 at 19:04

    no, io che le diete le ho fatte e sperimentate tutte e che ho perso e rimesso dieci chili per tutta la mia esistenza, sconfesso totalmente queste diete in virtù di diete bilanciate e fatte dal nutrizionista.
    ne ho appese decine al frigo, chiaramente c’è la pasta, che potresti sostituire. se vuoi fai un fischio e te le mando.
    La quiche non dukan mi sembra sana e bella 🙂

  • Reply
    cosebuonediale
    1 giugno 2015 at 20:05

    I risultati si vedono e te l’ho pure detto. Mi raccomando ‘sta Dukan che bene bene non fa. Ti tengo d’occhio Forno Star!

  • Reply
    Lara
    29 maggio 2015 at 23:55

    No anche tu!!! Ma io non la voglio fare la Dukan anche se tutti mi dicono non ci sia scampo… vuoi dirmi che alla fine pure tu dici che c’è solo questa soluzione…
    aiuto!!!! Meravigliosa quiche

  • Reply
    paneamoreceliachia
    29 maggio 2015 at 22:41

    Questa ricetta è strepitosa! E sei stata anche bravissima con la dieta… io ho rinunciato per quest’anno, andrò bella rotonda in vacanza… calcola che anche quando ero in ipertiroidismo (fino a 2 mesi fa praticamente) non ho perso un grammo!
    Baci,
    Elena

  • Reply
    Monica
    29 maggio 2015 at 14:11

    Ah, la dieta Dukan… io ho fatto la prima, quella triste e cattiva, due anni fa e ho perso 7 chili. Poi sono andata in viaggio di nozze, ho dimenticato tutto quello che avevo imparato e li ho ripresi con gli interessi…
    Il mio metabolismo mi ha punita e ora sono in attesa di capire cosa mi ci vorrebbe per dimagrire davvero…mah!
    Comunque sono felicissima tu abbia rifatto la mia torta, e ti è venuta benissimo! Poi con quella variazione della verza mi incuriosisce e sicuramente ci sta benone con gli altri ingredienti che la ri-equlibrano! Grazie grazie e ancora grazie <3 <3 <3

  • Leave a Reply