Antipasti

Vellutata di Carote con Fonduta e Speck

Vellutata di Carote con Fonduta e Speck - Cardamomo & co
 
(In questo post: Vellutata di Carote con Fonduta e Speck)
Ancora il freddo non finisce e io ho bisogno di cose calde. Oggi, poi, ho comprato una montagna di carote… perché vorrei provare la torta alle carote! La torta non l’ho fatta, però, in compenso ho mangiato questa vellutata che ci ha riscaldati. Devo dire che avevo previsto anche una frittata per i bambini, perché ero piuttosto scettica sul fatto che la mangiassero… ma quando l’hanno vista, l’hanno voluta assaggiare e con mia grande sorpresa hanno pure gradito… persino il più piccolo che va alla ricerca delle carote (seppure tagliate minuscole) per scartarle. Che soddisfazione!!!

 

VELLUTATA ARANCIONE cioè Vellutata di Carote con Fonduta e Speck

 

Vellutata di Carote con Fonduta e Speck - Cardamomo & co

Vellutata di Carote con Fonduta e Speck – Cardamomo & co

Ingredienti:carote a piacere

cipolle a piacere

patate (poche)

panna

latte

mozzarella

parmigiano

speck

Mettere a bollire con le carote, le cipolle e le patate. Quando sono pronte frullare. Nel frattempo preparare la fonduta con i formaggi e versare sulla vellutata ottenuta. Far riscaldare una padella e mettere lo speck per tostarlo un po’. Servire ben caldo con crostini di pane.

 
Vi è piaciuta questa ricetta? Restiamo in contatto, mettete MI PIACE alla mia pagina

 

 

 

oppure sul mio profilo Instagram

 

No votes yet.
Please wait...

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    fantasie
    22 Febbraio 2009 at 6:46

    Cara Carlotta, anche mio figlio Daniele le snobba, anzi oserei dire le odia, ma fatte così le ha volute assaggiare lui e poi se ne èmangiato un bel piatto, con estrema soddisfazione della mamma!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Reply
    Carlotta, mmh... ciambelle
    21 Febbraio 2009 at 7:17

    mmh l’aspetto è veramente confortevole… io le carote le snobbo sempre ma così secondo me sono ottime!

    No votes yet.
    Please wait...
  • Leave a Reply